La pietra di paragone  - risolvi i tuoi problemi
Il blog di Claudia Mancini

PIU’ CHE POSSO!!!


Giorno per giorno mi sento sempre meglio e così con rinnovata energia e maggior consapevolezza e dopo aver superato brillantemente un’altra fase del mio personale processo di autoguarigione, vivendo da subito con profonda gratitudine il mio ho’oponopono domenicano, sono entrata passo dopo passo dolcemente e inesorabilmente nel nuovo inizio della mia nuova vita.

Ho ripreso le mie abitudini domenicane, ma non sono più quella di prima perché guardo, ascolto, sento dentro e fuori di me cose mai viste, e mai ascoltate, mai sentite prima. Anche i pensieri sono più fluidi e leggeri. Il dialogo interiore da reattivo si sta facendo via via proattivo. Con sempre più facilità fisso degli obiettivi e le risposte si manifestano spontaneamente attraverso le idee, le immagini e soprattutto per me, le parole suggerite dalla mia voce interiore.
Ed è così che lunedì scorso mentre passeggiavo lunga la riva dell’oceano, mi sono detta’ voglio prepararmi al meglio in vista dell’incontro dell’8 maggio’ e ho ascoltato la mia voce recitare ‘ora scelgo di sentirmi meglio e in sintonia con il flusso della fonte dell’Universo. Giorno per giorno ad ogni respiro, anche di notte e o quando dormo, scelgo, voglio mantenere stabile e costante la mia connessione con il Grande Sé e ampliare l’allineamento con l’energia della Fonte di Benessere, Prosperità e Abbondanza’. Ho manifestato con sicurezza e determinazione la mia disponibilità a lasciare andare qualunque meccanismo, blocco e schema di pensiero negativo che a livello inconscio impedisce o ritarda la realizzazione di tutto questo. E ho concluso dicendomi: Lo voglio. Sono pronto. Sono pronta.
Appena sono stata davanti al computer ho elaborato, completato e messo bianco su nero ‘queste affermazioni’ e poi le ho registrate sul lettore e in modalità ‘repeat’ ho cominciato un ascolto ‘full immersion’ anche di notte. Il giorno successivo dal portale Piu’ChePuoi’ di Italo Pintimalli mi arriva un video di presentazione di Programmazione Subliminale Quantica PSQ, un sistema assolutamente innovativo per riprogrammare il cervello, ultimissimo prodotto di e –commerce, realizzato da Italo ed il suo staff. Senza pensarci 2 volte e sostenuta dalla intima convinzione che era buono per me, l’ho acquistato subito e già la sera stessa davanti al pc ascoltavo con le cuffie la 1° traccia audio
Come descriverti, caro lettore, e renderti partecipe della mia gioia ed entusiasmo quando ‘ ho scoperto’ che questo Mp3 era il ‘know how’, lo strumento sincronico e divino, e quindi non Casuale, alle affermazioni che avevo formulato appena 24 ore prima!!!
Durante questo primo ascolto, ad un certo punto mi sono addormentata e quando alla fine dell’audio, ho riaperto gli occhi, avevo il cuore che batteva forte e un dolore di testa proprio al centro della fronte. Per quanto riguarda il battito cardiaco ho razionalizzato dando la colpa ad un caffè di troppo, per il mal di testa ho pensato al ventilatore. Questa mattina, di nuovo sulla spiaggia, ho sentito il bisogno di riascoltare l’audio ed è così che ho compreso che il battito accelerato e il mal di testa erano il risultato dell’attivazione e del riequilibrio dei chakra 4 e 6.
In particolare riguardo al chakra posto tra le sopracciglia, il cosiddetto 3° occhio, mio marito Pietro, durante la lettura dei fondi del caffè, che da tempo è una nostra consuetudine giornaliera, mentre leggeva sul fondo della tazzina il simbolo del 3° occhio, mi aveva suggerito di guardarmi dentro per scoprire i tesori nascosti nella grotta al fondo di me stessa. Ricordo che dal momento che il suggerimento di Pietro mi risuonava, pensai cosa posso fare per riattivare questo centro? E come farlo? Insomma …..quando l’allieva è pronto, il maestro arriva!!!
Grazie, grazie, grazie davvero ad ogni maestro e maestra che ho incontrato, incontro ogni giorno, e sono certa incontrerò lungo il cammino della mia Vita!!!!
Un abbraccio generoso
Claudia Mancini


































LO SIENTO PERDONAME GRACIAS TE QUIERO




Questa mattina, mentre camminavo in riva all’oceano, permettendo alla risacca di purificarmi dai residui delle ultime tossine che alla fine della mia intensa esperienza di purificazione, appena superata e ogni giorno di più, momento per momento in netta fase di recupero, ristagnavano ancora nel gonfiore delle caviglie… questa mattina ho avuto l’idea e la percezione di aver superato una nuova fase sulla via del Cuore che ha lavato via le tossine di ‘un oceano’ di memorie fisiche, emotive, mentali nell’unico modo possibile qui nell’isola di Santo Domingo.
Qui dove non ci sono animali feroci, serpenti o ragni velenosi, o qualunque altro animale la nostra immaginazione possa creare, c’è infatti una zanzara la’ aedes aegypti ‘che con la sua puntura trasmette il ‘virus dengue ‘ che avvelena il sangue e si nutre delle piastrine e naturalmente indebolisce notevolmente le difese dell’organismo. In accordo con la mia convinzione che’ Nulla succede per Caso e Tutto per una ragione divina’ questa esperienza che sicuramente mi apparteneva e in qualche modo faceva parte del mio percorso per continuare a ‘mettere le cose al posto giusto’, ha trovato il modo di manifestarsi nonostante, almeno all’apparenza, non fosse la stagione adatta e non avessi frequentato i luoghi giusti e via dicendo. Mi sono affidata completamente al mio Sé Superiore e in ogni momento e soprattutto in quelli di maggior criticità, sentivo l’eco della mia voce che ripeteva incessantemente ‘grazie, grazie, grazie’. E dopo solo 4 giorni è arrivato il segnale d’inversione tanto atteso dal medico e il numero delle piastrine ha cominciato a risalire.Ecco questa mattina mentre camminavo sulla riva dell’oceano con la precisa intenzione di permettere al mare di ripulirmi delle scorie finali…ho scoperto che il nostro Cuore se solo noi glielo permettiamo è assolutamente in grado di orientare le nostre esperienze adattandole al momento e al luogo dove siamo. Ho avuto pensieri e parole di gratitudine incondizionata e il mio viso spontaneamente si aperto ad un gran sorriso….ho allargato le braccia e con lo sguardo al cielo ho ripetuto’ grazie, grazie, grazie!!!! Ho vissuto questa esperienza davvero come una benedizione, un dono sceso dal Cielo, e ho agito facendo del mio meglio e i pensieri di amore e di accettazione per me stessa hanno preso forma nelle manifestazioni di affetto sincero e spontaneo di tutti coloro che mi sono stati vicini con affetto e viva partecipazione. Il popolo domenicano vive ed esterna i suoi sentimenti di vicinanza ed affetto con un entusiasmo ed un’ingenuità che mi ha commosso e il cui ricordo mi commuove ancora. Con una sincronicità davvero perfetta l’ondata di affetto e sostegno ha attraversato l’oceano e l’11 febbraio, giorno del mio compleanno, ho ricevuto così tanti inaspettati quanto graditi auguri anche da chi avevo appena incontrato a dicembre poco prima di partire alla volta di Sosua. Naturalmente Pietro mi è stato vicino così come attraverso il web mi è arrivato il sostegno e l’incoraggiamento di mia cugina dall’Italia. A mia volta ho incoraggiato e sostenuto il mio Unipili perché sapesse che stavo facendo del mio meglio e si sentisse al sicuro anche attraverso questa esperienza.Una volta di più l’Universo ha scelto per me le condizioni più favorevoli e le persone più disponibili di qua e al di là dell’oceano perché potessi vivere al meglio un’esperienza di così profondo impatto emotivo come è ogni esperienza che tocca il Cuore!!!! Grazie, grazie, grazie a tutti e grazie, grazie, grazie davvero all’ Universo così generoso e entusiasmante!!!!!


Un immenso abbraccio generoso a tutti voi amici….. vicini e lontani!!!

CHIEDI E TI SARA’ DATO….DAI E RICEVERAI!!!!



Sono trascorsi esattamente 20 giorni da quando mio marito ed io siamo arrivati a Sosua e per la seconda volta, in questa ridente cittadina affacciata sull’Oceano Atlantico, abbiamo trascorso il Natale e salutato il nuovo anno al caldo sole dei Caraibi. Questo posto per me è davvero magico e qui mi sento davvero a casa.
Quando ho deciso, appena un anno fa, di volare alla volta della RD non avevo idea di quello che avrei trovato, e delle persone che avrei incontrato, ma confidavo nella generosità dell’Universo che mi ha dato e continua a darmi molto più di quello che io posso immaginare ed è così che con rinnovato entusiasmo ogni mattina do il benvenuto al nuovo giorno, recitando i miei 5 minuti di gratitudine incondizionata che portano con sé sempre più ‘cose’ per le quali sono grata. Uno per tutti, voglio condividere con voi un episodio che mi ha emozionato particolarmente. Per Natale, decisa a regalarmi un ciclo di massaggi facciali, entro in un istituto di bellezza che qui chiamano SPA diaria, e vengo accolta da una simpatica ragazza che mi fissa il primo appuntamento con la doctora per il giorno seguente. Arrivo alla SPA all’ora convenuta e la segretaria mi avverte che la doctora sta arrivando. In realtà dopo mezz’ora sono ancora in sala d’attesa quando arriva la segretaria e con un gran sorriso mi indica la poltrona della pedicure e mi invita a sottopormi ad una seduta che è offerta gratuitamente con la prima seduta di massaggio… ed io proprio in quell’istante mi stavo decidendo per un appuntamento con la pedicure!!! E non è finita qui! Appena terminata la seduta dalla pedicura con le unghie dei piedi fresche di un bel color rosso vivo, vedo arrivare la doctora, una splendida donna dal fisico prorompente, dall’apparente età di quarant’anni, che mentre mi saluta con un gran sorriso ed una calorosa stretta di mano, mi invita ad entrare nel suo studio e con voce dolce e modulata mi spiega con dovizia di particolari cos’è il massaggio facciale e quali sono i suoi effetti. Durante la seduta, accompagnata dal sottofondo di una musica lieve e rilassante, mi parla del suo lavoro di ‘médica estética’ che svolge con grande passione anche in Florida. Il tempo scorre lento e quasi mi addormento sotto il tocco magico delle sue mani. Il trillo melodioso di un campanello pone fine al massaggio e a malincuore mi alzo dal lettino per fare ritorno a casa. Dopo 3 giorni sono di nuovo alla SPA per il secondo appuntamento. Questa volta la doctora è puntualissima, Arriva alle 5 in punto e mentre mi saluta pronunciando il mio nome, mi regala un sorriso radioso al quale rispondo istintivamente con un abbraccio e un bacio sulle guance! Cominciamo subito e come la volta precedente mi rilasso così profondamente che mi sembra di aver chiuso gli occhi solo da cinque minuti quando il trillo del campanello mi ricorda che il tempo è scaduto. Faccio per alzarmi dal lettino quando la doctora mi ferma e mi chiede di rimanere ancora distesa perché mi vuole fare una pulizia del viso…o meglio mi vuole fare un piccolo omaggio regalandomi questo altro trattamento. Dopo un timido’ gracias’, facendo appello a tutto il mio vocabolario spagnolo, con grande emozione le dico che sono piacevolmente sorpresa dalla sua generosità e dalla generosità delle persone che incontro ogni giorno. La doctora mi risponde che lei non ha fatto altro che contraccambiare la mia energia ‘generosa’ che quando l’ho abbracciata ha lavato via la stanchezza di un’intensa giornata di lavoro!!! Grazie, Grazie, Grazie davvero Universo….io Ti Amo!!!Un abbraccio generoso a tutti voi, amici del blog!!!!


NATALE 2013…AI CARAIBI

 

Anche questo anno il sole dei Caraibi riscalda le mie ultime giornate di dicembre e  nonostante gli alberi addobbati   e l’intramontabile‘ Gingle Bells’ trasmesso dagli altoparlanti sulla spiaggia ,  faccio fatica a ‘credere’ che tra qualche giorno sarà Natale. 

Ed è   proprio riflettendo su questa ‘mia difficoltà’ che, una volta di più, mi sono resa conto di quanto la cultura, l’ambiente dove siamo nati e cresciuti influenza non solo i nostri pensieri ma soprattutto le nostre emozioni e in altre parole i nostri vissuti.
 In questo luogo dove anche nei giorni più freddi la temperatura notturna non scende al di sotto dei 20 gradi, dove l’odore dell’oceano è sempre molto intenso,  dove gli abeti sono  naturalmente artificiali e i babbo natale vestono di cotone,  mi rendo conto che questi giorni prenatalizi sono ‘nuovi’ per me  nel senso che non hanno alcun potere evocativo di esperienze passate e  quindi posso scegliere come viverli  e come ricordali in futuro.  
Se è vero come io credo che abbiamo il potere di scegliere  di ‘realizzare’ le esperienze che decidiamo di vivere tra le infinite possibilità sempre possibili nell’Universo quantico, io scelgo di vivere questo secondo Natale ai Caraibi come uno di una lunga serie della mia nuova via all’insegna della gratitudine, dell’amore e della prosperità.  
Da qui voglio augurare un radioso e felice NATALE A TUTTI I MIEI ISCRITTI AL BLOG e,  nominandoli ad uno ad uno, invio un augurio speciale di BUONE FESTE ai miei amici italiani: Don Marco, Marco Stazi, Lorenzo Forti, Monique, Daniela de Bina, Franco Porchetti della Atlas Agency, Patrizia Pompei, Claudia, Lino e….se ho dimenticato qualcuno di voi  vi chiedo scusa…ma siate certi che siete sempre nel mio cuore………. e davvero 
BUON NATALE 2013


VITTIME O EROI



A volte basta una parola ascoltata in un dato momento, così per caso e in modo del tutto inaspettato, per fare la differenza e poter cambiare non solo la prospettiva dalla quale guardi la tua vita e il mondo che ti circonda, ma e soprattutto i significati con i quali ha interpretato fino ad ora le azioni tue e quelle degli altri. Questo cambio di prospettiva molto potente mi ha permesso, una volta sciolti i nodi del giudizio e della condanna, di riscrivere il mio passato e interpretare in modo nuovo e certamente potenziante il mio presente e di conseguenza il mio futuro.
E' così che mentre guardavo e ascoltavo Italo Pintimalli in un video di www.PiùChePuoi.it mi si è accesa, (ancora una volta e per fortuna !) la lampadina della consapevolezza ed ho compreso che 'davvero posso SCEGLIERE se essere una VITTIMA O UN EROE
Va da sé che L' EROE produce una serie di effetti sul piano delle nostre azioni, atteggiamenti e stati d'animo davvero potenti e potenzianti che permettono di liberare il passato dai sensi di colpa, perdonare con più facilità e leggerezza di cuore noi stessi e gli altri, e soprattutto ci permette di riprendere in mano il controllo e il potere della nostra vita!

La VITTIMA si sente in balia degli eventi, giudica e cerca il colpevole da condannare. La VITTIMA è etero determinata perché guarda fuori di sé per trovare giustificazioni al senso della propria personale frustrazione, del proprio fallimento e anche quando riesce a perdonare se stesso e gli altri, è a mio avviso, un ' falso' perdono dettato più dal buonismo che dal bene perché in effetti dove non c'è colpa non c'è nulla da perdonare!

L'EROE invece si sente padrone degli eventi, non giudica né stesso né gli altri e cerca solo la propria responsabilità per poter correggere la rotta. L' EROE si auto determina perché guarda all'interno di sé perché 'sceglie' di trovare le risorse che sa di possedere per uscire dal senso della 'propria' frustrazione. L'EROE non vive il senso di fallimento perché impara dai propri errori e un obiettivo mancato è solo una forma di apprendimento. L'EROE non condanna e quindi non ha bisogno di PERDONARE! L' EROE è colui che riesce non solo ad amare i suoi nemici, ma li ringrazia perché è a loro che deve la sua 'EROITA' che è altro e molto di più dell'EROISMO perché quest'ultimo ha a che fare con il sacrifico di sé, la prima invece ha a che fare con l'amore per se stessi…..ama il prossimo tuo come te stesso…ricordate?!

L' EROISMO ci fa sentire in qualche modo migliori degli altri, L'EROITA' in ogni caso ci fa sentire appagati di noi stessi e davvero ESSERI IN DIVENIRE sempre migliori di noi stessi.

Per tutto questo L'EROE è alla continua ricerca dell'auto miglioramento e investe continuamente e molto sulla formazione personale perché sa con convinzione che per rendere migliore il mondo, è opportuno che cominci a migliorar se stesso…. perché OGNI BENE COMINCIA DA ME!
Buona Vita!