La pietra di paragone  - risolvi i tuoi problemi
RSS Diventa fan

Servizio fornito da FeedBurner


Articoli recenti

IL RE è NUDO...E IO LO VESTO
PERCHÉ DONALD TRUMP FOR PRESIDENT ORA
GRUPPO QUANTICO...AD MAJORA!!!
COSA C’E’ TRA IL DIRE E IL FARE?
#IO HO UN SOGNO. IO HO UN MANTRA

Post più popolari

3 CHAKRA PER 3 PIETRE E 3 FIORI
La mia esperienza con L.Hay,W.Dyer e B.Weiss a Roma
HO'OPONOPONO E LA PAURA
PIU’ CHE POSSO!!!
IL CINABRO ROSSO La pietra del successo finanziario

Categorie

Chiedi, ti sarà dato
Crescita personale
Diario di viaggio
Floriterapia
I chakra
intro
La nuova Era
Le pietre
Ricerca del Sé Divino
Seminari vecchi e nuovi
Sonoterapia
Verso la meta

Archivi

dicembre 2016
novembre 2016
settembre 2016
luglio 2016
giugno 2016
maggio 2016
aprile 2016
novembre 2015
ottobre 2015
settembre 2015
agosto 2015
luglio 2015
giugno 2015
maggio 2015
aprile 2015
marzo 2015
febbraio 2015
ottobre 2014
settembre 2014
agosto 2014
luglio 2014
maggio 2014
febbraio 2014
gennaio 2014
dicembre 2013
novembre 2013
ottobre 2013
settembre 2013
agosto 2013
giugno 2013
maggio 2013
aprile 2013
marzo 2013
febbraio 2013
gennaio 2013
dicembre 2012
novembre 2012
ottobre 2012
settembre 2012
agosto 2012
luglio 2012
giugno 2012
maggio 2012
aprile 2012
marzo 2012
febbraio 2012
gennaio 2012
dicembre 2011
novembre 2011
ottobre 2011
settembre 2011
agosto 2011
luglio 2011
giugno 2011
maggio 2011
marzo 2011
febbraio 2011

powered by

Il blog di Claudia Mancini

Il Pendolo uno strumento per scegliere i Fiori di Bach

Da 15 anni oramai,  uso il pendolo per scegliere, tra le 38 essenze floreali, i rimedi indicati a sciogliere i blocchi emozionali della persona che si  rivolge a me per una consulenza di floriterapia.
Il motivo di questa scelta che, a molti può sembrare singolare, risiede nella mia  convinzione che, in un approccio vibrazionale, il modo più ' consono ' per leggere le frequenze  dei fiori energetici del dottor Bach e, in ultima analisi, di qualsivoglia elemento  'risuonante', sia   usare il pendolo come strumento radioestesico per eccellenza.
Personalmente mi piace considerare questo antichissimo e quanto mai attuale strumento, un moderno lettore di campi elettromagnetici, che famigliarmente chiamo R.E.F. dall' acronimo  inglese  ( reader enrgetic fields ).
Al di là comunque, della credenza personale, o per meglio dire sulla base di questa, i risultanti ottenuti confermano l' efficacia del metodo da me adottato e come recita il 7 principio  Huna:
' L' EFFICACIA E' LA MISURA DELLA VERITA'.
 
Per approfondimenti consultate www.armoniosacrescita.com  il sito di Angela Teresa Lopez e Carlo Salomoni dove troverete anche l'e-book gratuito: Fiori di Bach e Zodiaco -  scritto e  magistralmente illustrato da Carlo S.
 
 

8 commenti a Il Pendolo uno strumento per scegliere i Fiori di Bach:

Commenti RSS
valeria on giovedì 3 marzo 2011 12:20
Non avevo mai sentito parlare di questo metodo per i fiori di Bach, che io uso da autodidatta. Come posso praticarlo da sola? Si può fare?
Rispondi a un commento
 
claudia mancini on giovedì 3 marzo 2011 15:39
Cara Valeria, la risposta ad entrambi le tue domande è : SI' con alcuni accorgimenti che ora ti spiego. Prima di tutto il pendolo che scegli per testare i fiori, può essere di pietra, ( più indicato per scegliere le pietre ), oppure, come nel caso dei fiori, di legno. 2° passo il pendolo che usi per TESTARE i fiori DEVE ESSERE usato SEMPRE e SOLO a questo scopo. In altre parole, non puoi usarlo, per esempio, per fare domande di carattere personale..o sciegliere una pietra ! 3° passo il pendolo appena acquistato, VA ORIENTATO. Il procedimento più semplice consiste nel disegnare su un foglio bianco una spirale orientata verso destra, mettere sul foglio il pendolo, tenuto con la mano dominante, mentre nell'altra tieni un oggetto, poniamo una penna e formulare la domanda, a voce alta o mentalmente, ' Ho in mano una penna ? ' Vedrai allora il pendolo girare in senso orario cioè a destra. Devi fare lo stesso procedimento con una spirale orientata verso sinistra con in mano sempre lo stesso oggetto e in questo caso la domanda potrà essere : ' ho in mano una arancia ?' Il pendolo girerà a sinistra, in senso antiorario perchè la risposta è negativa. Un' ultima cosa : anche se non hai tutti i 38 fiori a portata di mano, puoi sceglierli, ponendo il pendolo sopra un foglio sul quale avrai scritto l'elenco delle 38 essenze, lasciando uno spazio di circa 3 cm. tra una voce e l'altra, e passandoci sopra l'altra mano che funzionerà da antenna. In questo modo, appena ' l'antenna capterà le frequenze del fiore ' giusto ' , il pendolo comincerà a girare verso destra. Con il tempo e un po' di pratica...sono certa che diventerai bravissima e ti stupirai di quanto siano 'azzeccate ' le risposte. Last but not least....quando si usano questi strumenti ' risonanti ', SOPRATTUTTO LE PRIME VOLTE, quello che conta è l'INTENZIONE ' BUON DIVERTIMENTO ! P.s. Se hai delle perplessità non esitare a scrivermi ancora Un abbraccio grande Claudia Mancini


claudia mancini on sabato 23 aprile 2011 16:16
Grazie a te Gianbruno e con l' occasione ti auguro una buonissima Pasqua ! SE hai delle domande da farmi riguardo alla cristalloterapia..sono lieta di risponderti..a giorni in libreria troverai il mio 'Incontrarsi con le pietre' edito dall' Albatros.. Un abbraccio grande Claudia Mancini
Rispondi a un commento


Daniela on lunedì 24 settembre 2012 15:05
Ciao...ho letto il suo articolo...cercavo qualcuno che mi facesse il pendolo lei me lo può fare? grazie
Rispondi a un commento
 
claudia mancini on lunedì 24 settembre 2012 15:45
Ciao Daniela....come puoi leggere nella risposta a Valeria...se non hai qualcuno che possa 'fare il pendolo per te'..come nel tuo caso :-)))))...la bella notizia è che puoi farlo da te..tra l'altro ti posso assicurare..che è molto divertente...per me quando sento la necessità uso pendoli diversi per ambiti diversi....credere per provare...in fondo il pendolo non è altro che l'estensione fisica del nostro emisfero destro..che tutto conosce, e tutto sa...con la pratica ti renderai conto...che le risposte ti verranno in mente...ancor prima che il pendolo risponda!!! Un abbraccio Claudia Mancini


eva on domenica 9 marzo 2014 22:20
Ciao, ho letto il commento per come fare cercare i fiori di bach col pendolino. io uso il pendolino per la pulizia di energie negative. il si è il no, sono un po' diversi ma sono comunque risposte. volevo chiederti se questo sistema tu lo usi solo per te stessa o anche ad esempio per altre persone o animali. nel caso io volessi cercare il fiore adatto al mio cane come faccio? pensavo di toccare con l'altra mano il cane o la sua foto e porre verbalmente la domanda sui fiori. altrimenti mi servirebbero tre mani! :)
Rispondi a un commento
 
claudia mancini on lunedì 10 marzo 2014 17:54
Cara lettrice, personalmente lo uso e per le altre persone e gli animali!!!! Quando avevo il negozio e praticavo la cristallo terapia lo usavo regolarmente per i clienti che ne facevano richiesta..o per confermare la scelta della pietra fatta d'intuito da parte del cliente. Ti suggerisco di usare un pendolino solo per la lettura dei chakra diverso cioè da quello che usi per la pulizia. Questo perché il sovraccarico di informazioni può confendere il pendolo che è pur sempre un lettore di campi energetici. per quanto riguardo il tuo amico a 4 zampe te la puoi cavare con solo 2 mani!!! ci sono diversi modi per aiutare gli altri siano essi persone o animali. Infatti se come nel caso del tuo amico a 4 zampe, puoi stabilire un contatto fisico, è sufficienti che poni la tua mano non dominante sulla parte malata e tenendo il pendol o con l'altra cominci a farlo scorrere lentamente lungo un elenco di nomi di pietre prestando attenzione in quale verso gira il pendolo..vai avanti così fino a quando non vedi il pendolo girare in senso orario, cioè verso destra. Quando ciò accade significa che attraverso il pendolo hai individuato la pietra che far per il tuo cane. Potrai allora scegliere come usarla...se è possibile la applica direttamente sulla parte malata e la fermi con una fasciatura. Altrimenti puoi tu porre la tua mano dominante sulla parte interessata e con l'altra tenendo la pietra adatta fare 2 o 3 sessioni da 5 minuti ciascuna. in questo ultimo caso tu farai da ponte tra la pietra e il tuo cane. E continuerai in questo modo fino a quando non senti che il problema è risolto. Nel caso invece che il soggetto da trattare non è fisicamente disponibile e non si ha neanche una sua foto...è sufficiente visualizzare la persona dopo aver chiesto il suo consenso e riservarle l'identico trattamento come se fossi lì davanti a noi. Ricorda che siamo nel campo delle energie e la visualizzazione e il nostro intento di rispondere ad una precisa richiest dell'altro è sicuramente più efficace, almeno in alcuni casi, del contatto fisico!!! Mi auguro di aver risposto in modo esauriente alla tua domanda...e in ogni caso sarò felici di risponderti ancora se ne avrai bisogno. Un abbraccio generoso Claudia


Zegarki repliki on venerdì 18 aprile 2014 04:33
Rescue remedy tra le essenze floreali di Bach questa combinazione è la più nota e la più diffusa. E' un rimedio di pronto soccorso ed aiuta ad evitare lo shock, o a dissolverlo rapidamente. Per shock, e qui la parola non va confusa con l'omonimo concetto medico
Rispondi a un commento

Aggiungi un commento

Nome:
Indirizzo e-mail: (obbligatorio)
Sito web:
Commento:
Ingrandisci il tuo testo, trasformalo in grassetto, corsivo e applica tanti stili diversi con le tag HTML. Ti mostriamo come.
Post Comment