La pietra di paragone  - risolvi i tuoi problemi
RSS Diventa fan

Servizio fornito da FeedBurner


Articoli recenti

IL RE è NUDO...E IO LO VESTO
PERCHÉ DONALD TRUMP FOR PRESIDENT ORA
GRUPPO QUANTICO...AD MAJORA!!!
COSA C’E’ TRA IL DIRE E IL FARE?
#IO HO UN SOGNO. IO HO UN MANTRA

Post più popolari

3 CHAKRA PER 3 PIETRE E 3 FIORI
La mia esperienza con L.Hay,W.Dyer e B.Weiss a Roma
HO'OPONOPONO E LA PAURA
PIU’ CHE POSSO!!!
IL CINABRO ROSSO La pietra del successo finanziario

Categorie

Chiedi, ti sarà dato
Crescita personale
Diario di viaggio
Floriterapia
I chakra
intro
La nuova Era
Le pietre
Ricerca del Sé Divino
Seminari vecchi e nuovi
Sonoterapia
Verso la meta

Archivi

dicembre 2016
novembre 2016
settembre 2016
luglio 2016
giugno 2016
maggio 2016
aprile 2016
novembre 2015
ottobre 2015
settembre 2015
agosto 2015
luglio 2015
giugno 2015
maggio 2015
aprile 2015
marzo 2015
febbraio 2015
ottobre 2014
settembre 2014
agosto 2014
luglio 2014
maggio 2014
febbraio 2014
gennaio 2014
dicembre 2013
novembre 2013
ottobre 2013
settembre 2013
agosto 2013
giugno 2013
maggio 2013
aprile 2013
marzo 2013
febbraio 2013
gennaio 2013
dicembre 2012
novembre 2012
ottobre 2012
settembre 2012
agosto 2012
luglio 2012
giugno 2012
maggio 2012
aprile 2012
marzo 2012
febbraio 2012
gennaio 2012
dicembre 2011
novembre 2011
ottobre 2011
settembre 2011
agosto 2011
luglio 2011
giugno 2011
maggio 2011
marzo 2011
febbraio 2011

powered by

Il blog di Claudia Mancini

Il SEGRETO SECRETO DA NOI RICERCATORI PRO - FANI

 
 
 
 
 
 
 
Dopo aver letto con molta attenzione e vivo interesse la prefazione all'ebook - Huna per ricercatori profani- di Josaya, scritta con impeto e passione da Max Damioli che con Max Formisano, pensa positivo, mi sono ritrovata per così dire ' allineata e consonante' con gran parte della storia.
Max Damioli si definisce un ricercatore profano, il mio nome fa di me una ricercatrice (soprattutto) 'claudicante' con un piede su e l'altro giù, eternamente sospesa tra Cielo e Terra come il mitico dio Vulcano, fabbro per eccellenza, che nella sua fucìna incandescente di lava, forgia le armi per gli abitanti dell'Olimpo.
Sarà forse questo il motivo per il quale dicono di me che sono un vulcano di idee e non solo, sempre in attività?!
D'altra parte sono anche una ricercatrice profana che nel nuovo millennio preferisce rimaner 'fuori dal tempio' per cercare e creare il sacro nella strada e in ogni attività, perfino in quella considerata già sacra!
In accordo con il pensiero di Damioli, sono inoltre, sinceramente e profondamente convinta che nulla nell'Universo è casuale e, come affermava Albert (Einstein) 'Dio non gioca a dadi con l'Universo' e ' Il Caso è Dio che firma in anonimo ' da anni è il messaggio di presentazione sulle locandine dei miei seminari.
Anche per me, il Caso ha voluto che, durante il 'periglioso navigar' nel mare informatico, approdassi al sito di Josaya, il Luogo di Luce dove 3 giovani, italiani doc. Giovanna, Sandro e Silvia, recitano una preghiera che si propaga nell'etere al ritmo di una dolce e melodiosa litania: MI DISPIACE, PERDONAMI, GRAZIE, TI AMO. Parole che, facendo ordine e pulizia nella propria e intima dimora del Sé Divino, hanno la magia di guarir noi stessi.
'Finalmente', ho pensato: ecco qualcuno che ha le mie stesse radici, che parla e magari scrive l'italiano come l'inglese, e l'anglo - americano! Già gli Americani, così ossessionati dagli acronimi da averne scelto uno per la propria nazione (U.S.A.) e un altro per la legge (L.O.A) diventata il caposaldo del celeberrimo 'The Secret' di Rhonda Byrne, che ha sbandierato ai quattro venti un secreto antico di millenni!
Max Damioli in perfetto stile Huna, benedice per questo l'autrice ed il suo segreto svelato alle masse, io d'altro canto, sono grata a questo ricercator profano, tutto italiano, per le sue riflessioni immediate e sincere dalle quali prendo spunto per aggiungere alcune considerazioni proprio su questo fenomeno di divulgazione di massa coatta. Navigando in rete infatti, si ha l'impressione che, quanto più si avvicina il fatidico 21 dicembre 2012, tanto più fitto è lo scambio e in alcuni casi la profusione di informazioni di ogni genere. Tutti scrivono di tutto, ma pochi conoscono la verità linguistica di ciò che scrivono! Eppure nello studio sull'origine delle parole, (etimo=vero logia= studio) c'è la verità, l'essenza di ogni parola che si manifesta oltre il significato! Così anche se usiamo la parola 'farmaco ' per indicare un medicamento, l'essenza originaria di veleno si manifesta nel lungo elenco degli effetti indesiderati dei 'bugiardini'!
E ora con i versi di Giovanni Pascoli : 'Spillò la botte d'un secreto vino' , cioè tenuto gelosamente nascosto, arriviamo al nocciolo della questione e cioè al vero significato del termine 'segreto'. A questo punto e per questo scopo è necessario distinguere tra le lingue per immagini e quelle per suoni. In altre parole le lingue neo-latine o romanze come l'italiano, erede diretto del latino, usa significanti di idee, cioè le parole sono associate alle immagini mentali evocate dalle parole stesse. Di fatto immaginare la parola 'albero' scritta o pronunciata è il significante, mentre disegnare cos'è un albero è il significato. Le parole della lingua inglese e del suo parente stretto l'anglo-americano, sono invece associate ai suoni così che una unica parola con un determinato suono ha diversi significati più o meno simili. Vale come esempio 'bath' che può voler dire a secondo del contesto di riferimento: bagno, gabinetto, latrina, fino ad arrivare, al plurale, terme, a volte accompagnato dall'aggettivo roman per indicare i primi centri benessere nell'antica Roma!
La parola italiana segreto quindi, rimanda all'immagine di ciò che è elaborato e liberato fuori da qualcosa che è nascosto alla vista e il secretum è anche la parte più intima dello Spirito dentro di noi.
Di fatto l'essenza e l'immagine associata alla parola segreto è quella di esseresecreto da se-cernere cioè scartare o vagliare separatamente.
Un secreto ri-velato è in realtà un segreto nascosto più volte. Un secreto s-velato è invece un segreto finalmente condiviso.
Nessuna meraviglia quindi che 'The Secret' 'Il Secreto' abbia avuto e continui ad avere così tanto successo in tutto il mondo. Come sempre, l'idea originaria della parola, di natura divina, ha avuto la meglio sul significato e si è manifestata nonostante l'intenzione di mantenere il segreto!
Anche questa volta, la soluzione come il problema è dentro e non già fuori di noi!
In altre parole è indispensabile che la conoscenza del significato etimologico abbia il suo spazio nel bagaglio culturale dei blogger italiani, parola presa in prestito dall'inglese, che indica i moderni divulgatori di massa. La massa per sua natura, non filtra e non seleziona nulla e si 'beve' tutto quello che le viene propinato..soprattutto se è ' a gratis' !
D'altra parte una buona conoscenza dell'origine delle parole, offre l'opportunità di interpretare la lingua straniera al di là della traduzione letterale. Così la traduzione di 'IDENTITY OF I' della sciamana Kahuna Mornah Simeona, tradotto con ' Identità dell'io', si trasmuta nel più semplice, immediato ed incisivo D'IO!
Un abbraccio generoso
 
 
 
 
 

7 commenti a Il SEGRETO SECRETO DA NOI RICERCATORI PRO - FANI:

Commenti RSS
Alessandro on lunedì 13 giugno 2011 18:37
come dice qualcuno "per fortuna che il latino è una lingua morta"
Rispondi a un commento
 
Claudia Mancini on martedì 14 giugno 2011 09:51
Grazie Ale.....anche per le lingue ...è iniziata l'Era della rinascita A(c)quariana!


Josaya on lunedì 13 giugno 2011 18:54
Sempre unica ed arguta, con una personale causticità di gran classe! Claudia hai letto IGod di Daniele Bolelli? Te lo consiglio sinceramente! Un bacio Jo
Rispondi a un commento
 
Claudia Mancini on martedì 14 giugno 2011 09:53
Grazie Giò ..... la classe non è Acqua.....è Aquariana!


Layla on martedì 14 giugno 2011 02:11
Già tutt'altro che lingua morta! Allora perché non scrivere un bel libro s-velando tutti i segreti che la nostra lingua continua a ri-velarci...
Rispondi a un commento
 
Claudia Mancini on martedì 14 giugno 2011 09:54
Grazie Layla.....un altro pezzo...da forgiare nella grande fucìna!


Repliki zegarków on venerdì 18 aprile 2014 04:32
considerato il codice della contemporaneità. Ciò significa che se ne sottovalutiamo la portata e la responsabilità di farsene carico, perdiamo una chiave di lettura essenziale per esplorare la complessità del nostro tempo.
Rispondi a un commento

Aggiungi un commento

Nome:
Indirizzo e-mail: (obbligatorio)
Sito web:
Commento:
Ingrandisci il tuo testo, trasformalo in grassetto, corsivo e applica tanti stili diversi con le tag HTML. Ti mostriamo come.
Post Comment