La pietra di paragone  - risolvi i tuoi problemi
RSS Diventa fan

Servizio fornito da FeedBurner


Articoli recenti

IL RE è NUDO...E IO LO VESTO
PERCHÉ DONALD TRUMP FOR PRESIDENT ORA
GRUPPO QUANTICO...AD MAJORA!!!
COSA C’E’ TRA IL DIRE E IL FARE?
#IO HO UN SOGNO. IO HO UN MANTRA

Post più popolari

3 CHAKRA PER 3 PIETRE E 3 FIORI
La mia esperienza con L.Hay,W.Dyer e B.Weiss a Roma
HO'OPONOPONO E LA PAURA
PIU’ CHE POSSO!!!
IL CINABRO ROSSO La pietra del successo finanziario

Categorie

Chiedi, ti sarà dato
Crescita personale
Diario di viaggio
Floriterapia
I chakra
intro
La nuova Era
Le pietre
Ricerca del Sé Divino
Seminari vecchi e nuovi
Sonoterapia
Verso la meta

Archivi

dicembre 2016
novembre 2016
settembre 2016
luglio 2016
giugno 2016
maggio 2016
aprile 2016
novembre 2015
ottobre 2015
settembre 2015
agosto 2015
luglio 2015
giugno 2015
maggio 2015
aprile 2015
marzo 2015
febbraio 2015
ottobre 2014
settembre 2014
agosto 2014
luglio 2014
maggio 2014
febbraio 2014
gennaio 2014
dicembre 2013
novembre 2013
ottobre 2013
settembre 2013
agosto 2013
giugno 2013
maggio 2013
aprile 2013
marzo 2013
febbraio 2013
gennaio 2013
dicembre 2012
novembre 2012
ottobre 2012
settembre 2012
agosto 2012
luglio 2012
giugno 2012
maggio 2012
aprile 2012
marzo 2012
febbraio 2012
gennaio 2012
dicembre 2011
novembre 2011
ottobre 2011
settembre 2011
agosto 2011
luglio 2011
giugno 2011
maggio 2011
marzo 2011
febbraio 2011

powered by

Il blog di Claudia Mancini

Grazie, Grazie!

 
 
Le tre Grazie ed Il mito della gratitudine
 
Le tre Grazie che i greci chiamavano Càriti, erano le tre
figlie di Giove e Venere, dispensatrici delle tre qualità
fondamentali dell'antica idea di bellezza perfetta che
l'uomo moderno definisce benessere interiore: Aglaia lo
Splendore, Eufrosine la Gioia e Talìa la Prosperità.
 
All'inizio furono rappresentate da semplici pietre non burattate,non lavorate
cioè dalla mano dell'uomo, ma naturalmente levigate dall'acqua dei fiumi e
degli oceani. La pietra della gratitudine infatti non si compra e non si vende
in nessun luogo ...la puoi trovare ovunque.
Puoi raccoglierla in ogni momento... durante una gita al mare, in montagna
o anche in campagna, e tenendola tra le mani sussurrarle semplicemente 'grazie'.
Portala sempre con te e accarezzala dolcemente per non dimenticare di esser
grato nella gioia e nel dolore!
Con il tempo queste pietre naturali si trasformarono..... in splendide fanciulle
vestite di velo trasparente o nude per indicare che la semplicità le rende amabili!
Allora si manifestarono :
Giovani per mantenere 'fresco' e ' vitale' il ricordo dei benefici ricevuti.
Vergini per indicare il carattere puro e disinteressato dei benefici dati.
Vivaci e snelle perché le buone azioni non si fanno aspettare a lungo.
Danzanti in cerchio perché le buone azioni circolano e ritornano da dove sono partite.
Alla fine tenendosi per mano perché i benefici reciprocirinsaldano i rapporti tra gli uomini.
Nel tempo le 'figure' delle tre giovani Grazie prendono e mantengono un preciso orientamento che indica, per così dire,il movimento dell'energia stessa.
E così mentre una Grazia è di spalle, le sorelle che l'affiancano sono di profilo o con il viso rivolto in avanti, ad indicare che perogni buona azione ne tornano indietro due!
E.... dal momento che l'energia dell'Universo non fa distinzione tra buoni e cattivi ...credo sia superfluo ricordarti che lo stesso identico risultato si ottiene con le cattive azioni!
A mio parere questa idea è ben rappresentata dal particolare dell'affresco nella stanza degli Angeli di palazzo Farnese a Caprarola, dove all'arciere che schiocca in alto una freccia ne tornano indietro due.
Come esiste un legame sottile, ma diretto tra renderGrazie e BenEssere, così un legame sottile, ma diretto, unisce il sentimento della Gratitudine alla Memoria.
Mnemòsine, personificazione della Memoria, e madre delle nove Muse, ci indica che non può esistere Armonia dentro e fuori di noi senza Memoria.....
Il mito di Egeo narra la storia di questo legame...e ci invita a vedere che un Cuore senza memoria e senza sentimento, chescorda ciò che ha ricevuto..è anche un Cuore scordato..nonconnesso e allineato con la sua Matrice Divina! Ora immagina Egeo, l'anziano re di Atene che, affacciatodall'alto del suo palazzo, scruta angosciato il mare in attesa diveder ritornare la nave di suo figlio. Teseo infatti era partito alla volta di Creta per una missione disperata: uccidere Minotauro, il terribile mostro che viveva nel labirinto
dell'isola, e che, con la richiesta di sacrifici umani, teneva in scacco il popolo ateniese.
Teseo avrebbe dovuto sostituire le vele nere delle nave con le vele bianche per mostrare al padre Egeo che aveva ucciso Minotauro e stava tornando ad Atene sano e salvo. Ma quando il re si affacciò dal palazzo per guardare l'arrivo della nave di suo figlio....vide le vele nere e disperato si uccise precipitando nel mare che da lui prese il nome. Eppure Teseo era sulla nave e tornava vittorioso in patria!
Come era potuto accadere che Teseo avesse dimenticato di issare le vele bianche...provocando così la drammatica morte di suo padre?
L'amnesia dell'eroe non è casuale, ma trova ragione nel suo profondo distacco e nella sua totale mancanza di emozioni, che rendono Teseo, prima di tutto ingrato e crudelmente ingiusto nei
confronti di Arianna, la principessa di Creta che prima gli aveva procurato le armi per uccidere il mostro e poi lo aveva aiutato ad uscire dal labirinto con il famoso filo e che Teseo, dopo aver raggiunto l'obiettivo, abbandona su un' isola deserta.
Esser grati e rendere grazie dunque significa riconoscere, attraverso la memoria, il dono e per questo provare empatia, e simpatia per il donatore...strumento inconsapevole del grande
Benefattore Cosmico!
Grazie Universo!
Un abbraccio
Liberamente tratto dal dizionario mitologico on line
Consulenza dei simboli nell'arte di Pietro Belei
 
 
 

4 commenti a Grazie, Grazie!:

Commenti RSS
gio on venerdì 30 settembre 2011 18:24
Grazie!
Rispondi a un commento


Maria Cristina Guarino on sabato 1 ottobre 2011 14:10
Graziegraziegrazie :-) Straordinario
Rispondi a un commento
 
Antonella on martedì 4 ottobre 2011 23:01
IO credo molto nei e nel mondo delle fiabe ognuno di questi mondi nascondono dei forti messaggi che dobbiamo cominciare ad interpretare con più libertà di spirito e coscienza


Repliki zegarków on venerdì 18 aprile 2014 04:27
Lo sanno molto bene coloro che hanno partecipato e magari anche condotto sedute di psicoterapia, seminari, gruppi d'incontro e qualunque altra esperienza volta alla crescita personale attraverso l'espansione della coscienza.
Rispondi a un commento

Aggiungi un commento

Nome:
Indirizzo e-mail: (obbligatorio)
Sito web:
Commento:
Ingrandisci il tuo testo, trasformalo in grassetto, corsivo e applica tanti stili diversi con le tag HTML. Ti mostriamo come.
Post Comment