La pietra di paragone  - risolvi i tuoi problemi
RSS Diventa fan

Servizio fornito da FeedBurner


Articoli recenti

IL RE è NUDO...E IO LO VESTO
PERCHÉ DONALD TRUMP FOR PRESIDENT ORA
GRUPPO QUANTICO...AD MAJORA!!!
COSA C’E’ TRA IL DIRE E IL FARE?
#IO HO UN SOGNO. IO HO UN MANTRA

Post più popolari

3 CHAKRA PER 3 PIETRE E 3 FIORI
La mia esperienza con L.Hay,W.Dyer e B.Weiss a Roma
HO'OPONOPONO E LA PAURA
PIU’ CHE POSSO!!!
IL CINABRO ROSSO La pietra del successo finanziario

Categorie

Chiedi, ti sarà dato
Crescita personale
Diario di viaggio
Floriterapia
I chakra
intro
La nuova Era
Le pietre
Ricerca del Sé Divino
Seminari vecchi e nuovi
Sonoterapia
Verso la meta

Archivi

dicembre 2016
novembre 2016
settembre 2016
luglio 2016
giugno 2016
maggio 2016
aprile 2016
novembre 2015
ottobre 2015
settembre 2015
agosto 2015
luglio 2015
giugno 2015
maggio 2015
aprile 2015
marzo 2015
febbraio 2015
ottobre 2014
settembre 2014
agosto 2014
luglio 2014
maggio 2014
febbraio 2014
gennaio 2014
dicembre 2013
novembre 2013
ottobre 2013
settembre 2013
agosto 2013
giugno 2013
maggio 2013
aprile 2013
marzo 2013
febbraio 2013
gennaio 2013
dicembre 2012
novembre 2012
ottobre 2012
settembre 2012
agosto 2012
luglio 2012
giugno 2012
maggio 2012
aprile 2012
marzo 2012
febbraio 2012
gennaio 2012
dicembre 2011
novembre 2011
ottobre 2011
settembre 2011
agosto 2011
luglio 2011
giugno 2011
maggio 2011
marzo 2011
febbraio 2011

powered by

Il blog di Claudia Mancini

Chi lascia la strada vecchia per la nuova...

 
 
Chi lascia la strada vecchia per la nuova..sa quello che lascia, e quello di nuovo che trova..e per questo rimane dove sta!
 
Alzi la mano chi di noi, almeno una volta, non ha fatto la fila davanti allo sportello di un ufficio o davanti alla cassa di un supermercato.
Ovviamente la risposta è scontata dal momento che tutti almeno unavolta - leggi : più volte-ci siamo trovati in una di queste situazioni o più realisticamente in entrambi nell'arco della stessa giornata e facciamo per lo più le stesse cose: presi dall'ansia rimaniamo con lo sguardo fisso sulla fila in attesa del più piccolo movimento con l'unico risultato che le persone avanti a noi sembrano avanzare con i piedi di piombo, mentre gli impiegati agiscono con la dolce lentezza di una scena al rallentatore, che risuona anche nei segnali deboli dei terminali.
E allora diamo il via alle lamentale perché le cose non funzionano, perché una volta quando le operazioni si facevano a mano tutto filava liscio, perché, perché, e via di questo passo, rimanendo però ancorati al nostro posto della fila senza, non dico concentrarsi, ma neanche pensare per un solo attimo alla possibilità di trovare una soluzione alternativa alla fila. Eh già...chi lascia la strada vecchia....e così rinunciamo magari a tornare più tardi in un orario di minor affluenza. Oppure se si tratta di un ufficio postale, cercare un' altra sede.. in entrambi i casi il nostro pensiero è: ormai sono qui, perché perdere altro tempo a cercare ..meglio restare... e mentre formuliamo questi pensieri non ci rendiamo conto che, se avessimo cambiato strada, avremmo avuto maggiori probabilità ( e forse la possibilità) di risolvere la situazione più di quanto ne abbiamo avuto ( in realtà nessuna) rimanendo dove siamo.
Questi sono solo due esempi, ma ce ne sono a centinaia, tanti quanti sono i ' problemi' che affliggono quotidianamente quelli di noi che sono convinti che la realtà, là fuori, è un percorso ad ostacoli, o una catena di problemi insormontabili e siccome le convinzioni limitanti di ognuno creano la propria realtà, (e questa degli ostacoli o dei problemi che dir si voglia, lo è,) va da sé che costoro vedono i problemi e gli ostacoli come reali senza essere consapevoli che in realtà sono una loro creazione, non pensano a trovare soluzioni, figurarsi poi considerare solo l'idea di poterlo fare....ed esserne capaci !
Il fatto è che il loro ego, sa che possono riuscirci se sono disposti disposti a 'correre il rischio' di dare spazio alla propria intuizione, e di allinearsi alla voce della propria anima, e proprio per questo motivo, fa di tutto per sabotare le loro azioni e mantenere così il lo 'status quo'.
Per tornare al nostro esempio, a quel punto l'Ego ingaggia un braccio di ferro con l'ufficio, il supermercato, le persone in fila e, seppur tra lamentele e invettive all'indirizzo del direttore fino ad arrivare ai governanti, ci inchioda alla fila fino a quando non arriva il suo turno... e come si dice 'chi la dura la vince'!
La resistenza al cambiamento in realtà è la manifestazione della paura dell'ego a lasciareandare qualunque cosa sia essa una persona, un lavoro, una situazione, un'idea, un'abitudine, perché per la meccanica della mente che analizza gli eventi nell'ottica limitata di causa ed effetto 'lasciare andare' significa solo e soltanto fine, distruzione, disgrazia, morte, perdita.
Ma se invece ci affidiamo al sistema dell'anima - che altri chiamano Cuore, Sé Superiore o il Divino che è in noi, - e prestiamo ascolto ai suoi messaggi e alle informazioni in essi contenuti sotto forma di intuizione, desiderio e passione, significa che stiamo osservando la realtà e noi stessi da un punto di vista più alto.
L'anima infatti è al di là dei limiti spazio-temporali della mente, e la sua prospettiva più ampia ci permette di osservare la realtà e noi stessi attraverso la sintesi degli eventi in un'ottica circolare e integrata e perciò assoluta ed infinita, dove diveniamo sempre più consapevoli che la vita dell'Universo è un eterno movimento in avanti, un continuo lasciare andare dove la fine è anche l'inizio, la distruzione è ricostruzione, così come la disgrazia è una benedizione, la morte è una rinascita e quello che crediamo perduto per sempre in realtà lo ritroveremo sempre trasformato....perché nell'Universo 'Nulla si crea, nulla si distrugge e Tutto cambia ' !

7 commenti a Chi lascia la strada vecchia per la nuova...:

Commenti RSS
Rina on lunedì 6 febbraio 2012 18:34
....ritengo sia importantissimo il cambiamento veloce onde non cadere nella pigrizia mentale e di azione....molto interessante cara Claudia questa riflessione, grazie!! Ti auguro felice serata!! ciao. Rina
Rispondi a un commento
 
claudia mancini on martedì 7 febbraio 2012 07:38
Cara Rina, per sperimentare in modo realmente più vevoce e soprattutto con entusiasmo il cambiamento..ti invito a volgere in positivo le tue parole...ricordando che l'Universo ATTRAE, includendo anche quello che vogliamo evitare.... nel contempo ho giocato con il tuo commento ..e l'ho trasformato così: SO che il cambiamento rapido è importantissimo perché aiuta la mente ad allinearsi e a collaborare con il nostro Sè Superiore...dal momento che SO questo..SONO PRONTA a sperimentarlo..Grazie, Ti Amo! e buona giornata di martedì! Un abbraccio Claudia


claudia mancini on martedì 7 febbraio 2012 07:53
Cara Serena....in perfetta sintonia con quanto anch'io ora sto sperimentando...condivido con te ciò che ricordato proprio oggi: che è LA CONOSCENZA PIU' DEL DESIDERIO CHE CREA IL CAMBIAMENTO..in altre parole se io desidero cambiare, ma so che è difficile...la strada sarà irta di ostacoli... se invece desidero cambiare e so che posso farlo in modo consapevole...beh è tutta un'altra storia...piena di gioia e serenità...Grazie, Ti Amo! Ti auguro il meglio da qui all'Eternità ! Un abbraccio Claudia


sere on lunedì 6 febbraio 2012 20:25
è proprio vero claudia quello che dici...com'è difficile lasciar andare la vecchia serena a volte...nonostante la razionalita' dica:"ma a cosa serve ancora comportarmi cosi'..essere cosi'...reagire cosi'..."e mille altre cose...s'intravede la strada nuova..ma chissa' perchè c'è sempre un po' di timore..l'ignoto...questo benedetto ignoto...eppure nella vita..questo avrei gia' dovuto capirlo o quantomeno farlo MIO...l'ignoto ha sempre portato ottimi frutti gustosi e pieni...si' perchè nonostante la forte resistenza...c'è sempre quella mattina di sole in cui ti guardi allo specchio e sorridendo..complice di te stessa ti dici...nn sono piu' quella di una volta..sono proprio cambiata...che bella cosa...vuoi o nn vuoi la strada nuova la imbocchi cmq ...senza volerlo...grazie claudia...a te..un mondo di sorprese fantastiche...un abbraccio caldo ..serena
Rispondi a un commento
 
Claudia Mancini on martedì 7 febbraio 2012 12:51
ops... Sere trovi la mia risposta nel commento precedente!


sere on martedì 7 febbraio 2012 14:23
si'..ho capito :-))))))responsabile al 100% sempre....mi auguro...ci auguro di essere allineati sempre...affinche' si possa essere sempre piu' consapevoli...grazie claudia per le tue parole...un abbraccio di luce :-)
Rispondi a un commento


Repliki zegarków on venerdì 18 aprile 2014 04:22
esperienza proprio ora per imparare finalmente ad essere paziente, nel senso di sopportare con rassegnazione perché tanto non c'era niente che potessi fare e, come diceva mia madre, non avendo altra via d'uscita non mi rimaneva che la famosa pazienza di Giobbe!.
Rispondi a un commento

Aggiungi un commento

Nome:
Indirizzo e-mail: (obbligatorio)
Sito web:
Commento:
Ingrandisci il tuo testo, trasformalo in grassetto, corsivo e applica tanti stili diversi con le tag HTML. Ti mostriamo come.
Post Comment