La pietra di paragone  - risolvi i tuoi problemi
RSS Diventa fan

Servizio fornito da FeedBurner


Articoli recenti

IL RE è NUDO...E IO LO VESTO
PERCHÉ DONALD TRUMP FOR PRESIDENT ORA
GRUPPO QUANTICO...AD MAJORA!!!
COSA C’E’ TRA IL DIRE E IL FARE?
#IO HO UN SOGNO. IO HO UN MANTRA

Post più popolari

3 CHAKRA PER 3 PIETRE E 3 FIORI
La mia esperienza con L.Hay,W.Dyer e B.Weiss a Roma
HO'OPONOPONO E LA PAURA
PIU’ CHE POSSO!!!
IL CINABRO ROSSO La pietra del successo finanziario

Categorie

Chiedi, ti sarà dato
Crescita personale
Diario di viaggio
Floriterapia
I chakra
intro
La nuova Era
Le pietre
Ricerca del Sé Divino
Seminari vecchi e nuovi
Sonoterapia
Verso la meta

Archivi

dicembre 2016
novembre 2016
settembre 2016
luglio 2016
giugno 2016
maggio 2016
aprile 2016
novembre 2015
ottobre 2015
settembre 2015
agosto 2015
luglio 2015
giugno 2015
maggio 2015
aprile 2015
marzo 2015
febbraio 2015
ottobre 2014
settembre 2014
agosto 2014
luglio 2014
maggio 2014
febbraio 2014
gennaio 2014
dicembre 2013
novembre 2013
ottobre 2013
settembre 2013
agosto 2013
giugno 2013
maggio 2013
aprile 2013
marzo 2013
febbraio 2013
gennaio 2013
dicembre 2012
novembre 2012
ottobre 2012
settembre 2012
agosto 2012
luglio 2012
giugno 2012
maggio 2012
aprile 2012
marzo 2012
febbraio 2012
gennaio 2012
dicembre 2011
novembre 2011
ottobre 2011
settembre 2011
agosto 2011
luglio 2011
giugno 2011
maggio 2011
marzo 2011
febbraio 2011

powered by

Il blog di Claudia Mancini

settembre 2012

MI PIACE PENSARE CHE..

 
 
Quando ci rendiamo conto che non esistono verità assolute e che quelle che credevamo tali in realtà sono solo le credenze tramandate in buona fede dai nostri genitori che a loro volta le hanno ricevute in eredità dai loro avi, mi piace pensare che….. quando ci rendiamo conto di tutto questo…. per mantenere l'allineamento con l'Energia della Fonte di Ben-Essere, dalla quale proveniamo e della quale siamo una manifestazione fisica…..possiamo scegliere quelle credenze che ci fanno stare bene e lasciare andare le altre.
 
Ho avuto l'idea di questo piacevole pensiero :-)…qualche giorno fa quando mio marito mi ha raccontato un episodio tratto dal film ' In nome della Rosa ' nel quale un abate benedettino dà alle fiamme un'intera biblioteca per distruggere un solo libro, colpevole, secondo lui, di 'togliere la paura' e perciò la fede….
 
Paura….fiducia….PadreCeleste…..mio padre….amore….punizione….insegnamento….lezione….perdono….sollievo…dolore…..lasciare andare……risentimento…..volersi bene….piacere….sofferenza…..gratitudine…..insoddisfazione…..desiderio… aiuto….forza…debolezza….
 
Pensieri…..parole…..immagini…..diverse…distanti e vicine tra loro….tutto cambia e si trasforma…cambiando la prospettiva….togliendo appunto la paura….per avvicinarsi sempre un po' di più all'Energia della Fonte!
 
Solo ora mi rendo conto del perché in quel seminario di due anni fa alla domanda del conduttore: ' di che cosa hai bisogno?' ho risposto : 'avere più fiducia nel Padre Celeste'. Quella affermazione senza che me ne fossi consapevole mi indicava la via da percorrere per la guarigione.
Fino a quando non ho aperto il mio vaso di Pandora e non ho lanciato così la mia intenzione….sono rimasta inconsapevolmente vittima di schemi negativi del passato….condizionata dai giudizi,le credenze e le violenze di mio padre…che ho poi trasferito su me stessa ed il mondo…ed è per questo che sono profondamente grata alla mia crisi che mi sta portando avanti dolcemente e senza fretta là dove ho intenzione di arrivare…
 
Ed è così che 'voglio stare bene e quindi cercherò di stare meglio scegliendo un pensiero che mi piace'..e cioè L'Universo mi è amico ….Al Padre Celeste vado bene così come sono.
In questa nuova ottica….non ci sono 'lezioni da subire'…punizioni…violenze…. giudizi… ricatti emotivi…. paura…..ma solo insegnamenti da ricevere…apprezzamenti
e incoraggiamenti…..sollievo….comprensione…..perdono…. libertà di essere se stessi ed essere amati così come si è…
 
Un abbraccio generoso
Claudia Mancini
 
riferimento bibliografico: ' Chiedi e ti sarà dato' di Esther e Jerry Hichs Ed.: TEA
 

HO COMPRESO CHE...

 
 
Ieri mentre ero al telefono con la mia amica del Cuore Daniela de Bina, ho compreso che volersi bene significa 'fare le cose che ci fanno star bene..e perdonarsi per questo!'
 
E' stato una presa di coscienza dolce e potente insieme, perché ho compreso che il perdono è davvero il dono d'Amore più grande che possiamo fare a noi stessi.
 
Ho compreso che volersi bene è avere il diritto di scegliere di fare, dire, e ascoltare solo le cose che ci fanno sentire bene, mantenendo alta la vibrazione della nostra energia…e lasciare andare benedicendolo con amore quello di cui noi soli decidiamo di non aver più bisogno. Ho compreso che volersi bene è lasciare andare la paura…per far posto alla speranza attiva che mi parla di fiducia, di accettazione, di perdono..di libertà interiore…e che mi ricorda chi siamo veramente…Esseri Divini e che il nostro scopo qui sulla terra è passare attraverso il nostro buio interiore e dissolverlo illuminandolo con la luce di quella potente energia d'Amore della quale siamo parte.
 
Ho compreso che volersi bene significa riconoscere, benedire e lasciare andare le trappole di quella parte del mio Ego…che continua a giudicare, a lamentarsi, che rimpalla la colpa da me a te, da me a loro…e fare spazio invece a quella parte della mia mente…grazie alla quale…posso leggere, studiare, scrivere, ballare …. creare …guidare il mio bellissimo quad :-)..e tanto altro ancora che aiuta la mia anima a crescere….in direzione della piena realizzazione di me stessa.
 
Proprio questa mattina …. e non certamente per caso….. una signora, incontrata per strada, mentre passeggio tenendo tra le braccia il mio barboncino e alla quale 'racconto' di quanto lo ami, prima sorride in sintonia con la gioia della mia 'dichiarazione d'amore' poi d'un tratto si rattrista e mi esprime tutto il suo rammarico nei confronti di coloro che abbandonano le povere bestiole.
Questa volta invece di cedere la mia energia e sintonizzarmi così con il suo risentimento….gentilmente le ho chiesto: 'a che le serve…pensare a questo?' e allo stesso tempo mentalmente.. benedicevo con amore e lasciavo andare quella parte di me che aveva manifestato l'esperienza di questa signora..che prima di salutarmi mi ha risposto:..è che io sono pessimista..e oramai..alla mia età..non posso più cambiare.'
In quel momento ho guardato per un'ultima volta la signora..e con il pensiero l'ho abbracciata e le ho detto IO Ti Amo!
 
Rinunciare è semplicemente smettere.
Lasciare andare è un dolce sollievo.
Rinunciare è un grido di angoscia,
Lasciare andare è la pace perfetta.
Rinunciare è semplicemente un guasto,
Lasciare andare è il successo in vista.
Rinunciare è molto umano.
Lasciare andare è più divino.
Lasciare andare è il mio progetto,
Per un perfetto, puro design.
Rinunciare è la morte al tramonto,
Lasciare andare è il sole che sorge,
Rinunciare è ' Ecco, è proprio finita'.
Lasciare andare è ' ho appena iniziato!'
 
- Suzanne Marshall Lucas -
 

RISCRIVERE LA NOSTRA STORIA INSIEME AL BAMBINO INTERIORE

 
L'idea e il titolo di questo articolo mi è stata suggerita dal mio bambino interiore che alla domanda:' cosa posso fare per renderti felice?' mi ha risposto: 'Scrivi di me, di come i bambini hanno bisogno di essere rassicurati, difesi e protetti. Sii per me la mamma che rassicura e protegge.'
Da quando ho lanciato la mia intenzione nell'Universo ed ho così aperto il mio vaso di Pandora sulla via della guarigione….i miei 4 passi sulla via del Cuore..mi dispiace, perdonami, grazie, Ti Amo..mi dispiace, perdonami, grazie, Ti Amo…mi hanno permesso di ripulirmi tra le altre ' cose' di moltissime convinzioni limitanti tra le quali una in particolare, ha dato nuovo vigore ed impulso al mio percorso di risveglio verso la guarigione e cioè : le tecniche non fanno per me, le affermazioni positive sono banali, a che mi serve ripetermi davanti allo specchio che io mi amo e mi accetto così come sono e mi perdono, che mi voglio bene, sono meritevole, sono fiduciosa,..quando non è vero?' Mentre facevo queste riflessioni e continuavo a ripulirmi…mi dispiace, perdonami, grazie Ti Amo, mi dispiace, perdonami, grazie, Ti Amo…mi sono resa conto in realtà… che quello che noi pensiamo di essere, valere, meritare, poter fare, è il risultato di un condizionamento che chiamiamo educazione e che è appunto una tecnica, che ha radici nelle affermazioni e nelle convinzioni degli altri su di noi, a cominciare naturalmente dai propri genitori per arrivare alle figure significative della propria infanzia e della propria adolescenza.
Per alcuni di noi che come me hanno intrapreso anche un percorso di analisi, il condizionamento si è perpetuato anche attraverso le affermazioni, le diagnosi e i giudizi dell'analista…mi dispiace, perdonami, grazie, Ti Amo…mi dispiace, perdonami, grazie, Ti Amo….Ad un certo punto mi sono detta che non c'era molta differenza tra me e i cani di Plavov almeno per quanto riguardava il condizionamento, ma io a differenza delle povere bestiole, avevo la capacità, il potere di ricondizionarmi, sostituendo i vecchi schemi di pensieri negativi di altri creandone dei nuovi positivi.
Una volta preso atto che ero dipendente da i giudizi negativi di altre persone, fossero anche le persone che mi avevano messe al mondo, ma comunque esseri umani che avevano agito per il meglio, secondo le proprie convinzioni limitanti, perché non provare a trasformarla in una dipendenza benevola cominciando a pensare di essere meritevole, degna, di volermi bene, di poter chiedere aiuto e riveverlo ..mi dispiace, perdonami, grazie, Ti amo!..mi dispiace, perdonami, grazie, Ti Amo!
Con questa nuova consapevolezza, mi sono ritrovata tra le mani ' Il potere è in te' di Louise Hay, e ho cominciato a rileggerlo, cercando questa volta di assimilarlo lentamente, come quando si sorseggia un buon vino, e di mettere da subito in pratica le affermazioni recitandole davanti allo specchio..…a cominciare dalla più importante..io mi amo e mi accetto così come sono e mi perdono e a ripulirmi mi dispiace, perdonami, grazie, Ti Amo..mi dispiace, perdonami, grazie, Ti Amo!
Ho anche creato una affermazione personale: 'Da ora è più facile per me allinearmi ai desideri del mio Sè più grande' ed è in effetti così perché oggi ho molti più strumenti che in passato per poter proseguire sulla via della guarigione..e di questo sono grata, profondamente grata, al dottor Roy Martina al cui workshop ho sentito parlare per la prima volta delle convinzioni limitanti, ai Josaya che con il loro ebook mi hanno fatto conoscere Ho'oponopono, al dottor Hew Len e al dottor Ryan che mi hanno dato l'idea di produrre il mio CD Ho'oponopono e il Bambino Interiore una visualizzazione che 'racconta' l'incontro con il Bambino Interiore attraverso Ho'oponopono…grazie, Ti amo,….mi dispiace,…perdonami!
E' così che seguendo l'ispirazione del momento… ho scritto dunque sul mio diario, con la mano destra la domanda per il mio bambino e con la sinistra ho scritto la Sua risposta ed è allora che ho compreso che….quando ho paura, quando sono arrabbiata, quando mi sento in colpa, è il mio bambino che prova tutto questo ed ha bisogno di essere rassicurato. Ha bisogno di sentirsi dire che questa volta non lo abbandonerò rifuggiandomi nella depressione ; che questa volta non lo rifiuterò, ma gli vorrò comunque bene e che questa volta non lo punirò, ma lo tranquillizzerò tenendolo stretto al cuore sussurandogli dolcemente: mi dispiace, perdonami, grazie, Ti Amo….mi dispiace, perdonami, grazie, Ti Amo….mi dispiace se ti ho ignorato fino ad ora….perdonami … tu non hai colpa..non sei tu…sono le memorie, i dolori, che ho caricato sulle tue spalle…. ti prego perdonami,….grazie, grazie di essere una parte di me….Io Ti Amo…Io Ti Amo
E' vero i bambini vanno rassicurati, difesi e protetti ed è bene cominciare dal nostro bambino interiore imparando a dialogare con Lui.
Questo dialogo che è molto di più di uno scambio di parole e in realtà un potente mezzo di trasformazione energetica, permette alla nostra parte adulta di uscire dal suo ruolo di vittima guarendo le ferite del passato e ritrovare così racchiuso nella parte più profonda di se stesso, la sua forza creatrice, il suo potere di Essere Divino!
Un abbraccio generoso
Claudia @.@
 

E SE FOSSE... CHE?!

 
 
Cari amici del blog bentrovati,
sono felice di essere ancora una volta qui con voi per fare 4 passi sulla via del Cuore, rimanete con me…mi dispiace, perdonami, grazie, Ti Amo! Mi dispiace, perdonami, grazie, Ti Amo!
Mai come in questi giorni, ho recitato con tanta intensità questo potente mantra di auto guarigione perché l'aver trasformato la mia paura più profonda in un'intenzione ha liberato un flusso ininterrotto di credenze limitanti, memorie, dolori, angosce,attaccamenti, sedimentati e stratificati nel mio inconscio, come in un vaso di Pandora….. al quale evidentemente questa paura faceva da tappo.
 
Dopo i primi momenti di sconcerto… ho scelto di accettare la crisi, sono entrata e continuo a stare nel processo di pulizia…e intendo rimanerci…. non mollo e lascio andare ….mi dispiace, perdonami, grazie, Ti Amo…mi dispiace, perdonami, grazie, Ti Amo! Nel continuo dialogo interiore con il mio Sè più grande…trovo la forza ed il coraggio di andare avanti, lasciando andare, ripulendo i sabotaggi dell'ego che mi dice di fermarmi…che è ormai troppo tardi, che ho'oponopono per me oramai non funziona più… e offro tutto questo al mio Divino …mi dispiace, perdonami, grazie di riceverlo, grazie di ripulirmi… Ti Amo!!!! Mi dispiace, perdonami, grazie, io Ti Amo!
 
Alla ricerca del significato positivo di questa crisi, ad un certo punto mi sono detta : 'e se fosse che..questa situazione sia per me come il vaso di Pandora?'
Questa immagine potente ha cominciato ad attivarsi ed ad espandere la sua energia dentro di me …mi sono tornate alla mente allora, le parole che spesso dicevo ai miei pazienti..se vuoi pulire uno scarico ostruito, devi lasciare che lo sporco venga a galla…e metterci le mani….non sempre il male è male…nulla avviene per caso e tutto per una ragione divina….le 'cose' che ci accadono sono una benedizione, sono delle opportunità di rinascita, di risveglio … ho'oponopono è uno strumento potentissimo di pulizia per lavare via lo sporco dalla nostra anima … perciò quale momento migliore per usarlo appunto per far pulizia quando c'è ne è bisogno?? :-)…e via di questo passo….
 
Sì va bene…ma cosa c'entra Pandora ed il suo vaso con la mia crisi? Lasciando da parte il significato mitologico perché in fondo anch'esso è una convinzione limitante…mi dispiace, perdonami, grazie, Ti Amo…mi sono fidata della mia intuizione..e sono andata alla ricerca di quello che davvero in questo momento significa per me questo mito.
Ed è così che…..meraviglia delle meraviglie..ho trovato in rete un articolo del medico dottor Giancarlo Pagliara dal titolo Il vaso di Pandora(…..)la via della guarigione. Immaginate, solo per un attimo, l'emozione che ho provato scoprendo… che sì …ero dove volevo essere… il Divino era con me… non dovevo far altro che lasciar fluire il flusso di memorie che avevano creato la mia realtà manifestando l'esperienza della situazione che sto vivendo e il disagio delle persone a me più care e continuare a cancellare…lasciare andare e ripulirmi..ripulirmi …guardando dentro di me..al fondo di me stessa… al fondo del mio vaso dove c'è l'uccellino verde della speranza. Come scrive l'autore 'si tratta della speranza attiva che nasce della consapevolezza che dentro di noi esistono tutte le risorse necessarie per affrontare con efficacia e risolvere tutti i nostri grandi problemi.'
 
Nulla a che vedere quindi con la speranza passiva di chi aspetta che qualche forza esterna, spinta da pietà o da una supplica, venga a risolvere per noi la nostra vita….chi di speranza vive, disperato muore, così mi diceva mia madre…un'altra convinzione limitante di cui ripulirmi…mi spiace..perdonami…grazie, Ti amo…mi spiace, perdonami, grazie, Ti amo!
Il mio personale mito, che ho incontrato facendo 4 passi sulla via del Cuore ,parla di una speranza che 'tende a', che invece di aspettative crea intenzioni, pensieri, emozioni ed azioni finalizzati a trovare la strada per raggiungere la meta che ci siamo prefissati…e cammin facendo..a godersi il viaggio..consapevoli che siamo esseri in divenire e che ogni dolore, difficoltà, malattia, problema… ..sono benedizioni, opportunità per ripulirsi…e guarire la nostra anima…grazie, grazie, grazie, io Ti Amo!!!
'L'intenzioni governano il mondo' e 'la speranza attiva' risveglia la creatività, il sentimento di fiducia in sé e nelle proprie potenzialità del Bambino Interiore…che rappresenta la vera fonte del nostro potere….grazie, io Ti Amo…grazie, io Ti amo…grazie, io Ti Amo… Grazie per essere una parte di me….Io Ti amo ….come per incanto ho ascoltato la mia voce incisa sul CD….. e allora ho capito che Lui era con me… e Lui per me avrebbe fatto miracoli….anzi il miracolo più grande era già avvenuto… finalmente il mio viaggio aveva una meta….e con il Suo aiuto per la prima volta avevo preso in contropiede l'ego…accettando la sfida di andare oltre la mia paura più profonda….Grazie, Io Ti Amo…Grazie, Io Ti Amo!!!!!
 
Nel mito di Pandora dunque, 'la speranza attiva' è simboleggiata dall'uccellino verde sul fondo del vaso…nel mio mito personale invece, così unico e stupefacente, come ogni immagine che nasce dal Cuore, il verde e la sua collocazione assumono una valenza 'davvero' divina perché rappresentano il segnale che avevo chiesto all'Universo per farmi sapere di aver accolto la mia richiesta. D'altro canto anche la scelta del colore è un' idea ispirata perché il verde è il colore della frequenza del Chakra del Cuore .. ed è il colore dell'avventurina, una pietra che è un potente guaritore interiore da posare sul plesso solare quando vogliamo dolcemente avvicinare e risolvere antiche sofferenze rimosse.
 
La settimana scorsa dunque ho messo nero su bianco la mia intenzione…e rivolgendomi all'Universo ho concluso con queste testuali parole: 'Saprò che le mie intenzioni sono state accolte e si stanno realizzando con il Tuo aiuto quando vedrò il colore verde dove non me lo aspettavo. Questo o qualcosa di meglio.'.
Che dire se non….Io Ti Amo, io Ti Amo, grazie, grazie, grazie!!!!
 

IL DIVINO IN...AZIONE

 
 
 
 
Era da qualche tempo che avevo deciso di insegnare ad Avatar, il mio barboncino bianco, a camminare al mio fianco senza guinzaglio…ma con una scusa o l'altra avevo sempre rimandato…dicendomi che in fondo la mia paura che scappasse o finisse sotto una macchina era più che giustificata ed è per questo che esistevano i guinzagli…e per di più avevo ben altre paure da affrontare!!!
 
Invece proprio in questi giorni di grande fermento interiore…è arrivata inaspettata ed improvvisa un'idea dalla quale poi sono scaturite a cascata una serie di domande e riflessioni centrate sulla soluzione piuttosto che sul problema.
 
Ed è così che ho avuto l'ispirazione …e mi sono detta perché non insegnare ad Avatar a camminare al mio fianco senza guinzaglio? Senza pensarci due volte, questa mattina, alle 7 dopo aver infilato un paio di pantaloni comodi…una maglietta over-size e con le chiavi di casa in mano… l'ho chiamato per dirgli 'Avatar andiamo!', sicura di vederlo precipitarsi giù per le scale. Dovete sapere infatti, che se c'è una cosa che lo fa impazzire è uscire… e in qualunque momento è pronto a lasciare il salotto per scendere sulla strada. E invece no..questa volta niente di tutto questo. Questa mattina il mio cane on the road, è rimasto immobile, acquattato sul tappeto con le orecchie e la coda abbassate…aveva paura…ma di cosa?
 
All'improvviso è arrivata la risposta….portando con sé la magia del significato profondo dell'idea che mi ha ispirato e dato vita all'intera situazione…. perché Avatar, come il mio Ego, stava reagendo meccanicamente…. per riflesso condizionato, all'ora mattutina, al mio abbigliamento, all'assenza del guinzaglio, che per lui, almeno fino ad ora erano stati i segnali indicatori dell'appuntamento settimanale con il tolettatore.
 
Con questa nuova consapevolezza, sono tornata indietro, ho preso in braccio il mio barboncino e parlandogli dolcemente, l'ho rassicurato che questa volta non era come le altre volte….. che niente era come sembrava perché l'avrei portato a fare una passeggiata senza guinzaglio e l'unica cosa che mi aspettavo da lui era che mi stesse al fianco e si lasciasse guidare da me.
In quel momento ho avuto la sensazione che le parole mi sgorgassero dal Cuore senza pensare e che a parlare fosse la voce del mio Sè Divino…che meraviglia!!!
Avatar è stato bravissimo..e anch'io dal canto mio ho fatto la mia parte lasciandomi andare alle sensazioni piacevoli di una passeggiata tra i vicoli del centro storico. Così ascoltando l'acqua che cadeva su i sampietrini..ho alzato lo sguardo e ho visto una anziana signora che gentilmente innaffiava gli splendidi fiori del suo balcone: 'Buongiorno' le ho gridato…..' i suoi fiori sono stupendi!!!….Grazie! mi ha risposto… il suo barboncino è delizioso!
 
Come sopra, così sotto….come dentro così fuori…l'intenzione e la consapevolezza fa sì che l'azione, svolta sul piano della realtà esterna, sempre e comunque modifichi la nostra realtà interiore per adattarla agli obiettivi che vogliamo raggiungere.
Quando il Divino entra..in azione…lo fa in infiniti modi, e in modi che la mente non riesce non solo ad immaginare, ma neanche a pensare….magari anche attraverso un barboncino bianco di nome Avatar!
 
Un abbraccio generoso
 
Claudia @___@