La pietra di paragone  - risolvi i tuoi problemi
RSS Diventa fan

Servizio fornito da FeedBurner


Articoli recenti

IL RE è NUDO...E IO LO VESTO
PERCHÉ DONALD TRUMP FOR PRESIDENT ORA
GRUPPO QUANTICO...AD MAJORA!!!
COSA C’E’ TRA IL DIRE E IL FARE?
#IO HO UN SOGNO. IO HO UN MANTRA

Post più popolari

3 CHAKRA PER 3 PIETRE E 3 FIORI
La mia esperienza con L.Hay,W.Dyer e B.Weiss a Roma
HO'OPONOPONO E LA PAURA
PIU’ CHE POSSO!!!
IL CINABRO ROSSO La pietra del successo finanziario

Categorie

Chiedi, ti sarà dato
Crescita personale
Diario di viaggio
Floriterapia
I chakra
intro
La nuova Era
Le pietre
Ricerca del Sé Divino
Seminari vecchi e nuovi
Sonoterapia
Verso la meta

Archivi

dicembre 2016
novembre 2016
settembre 2016
luglio 2016
giugno 2016
maggio 2016
aprile 2016
novembre 2015
ottobre 2015
settembre 2015
agosto 2015
luglio 2015
giugno 2015
maggio 2015
aprile 2015
marzo 2015
febbraio 2015
ottobre 2014
settembre 2014
agosto 2014
luglio 2014
maggio 2014
febbraio 2014
gennaio 2014
dicembre 2013
novembre 2013
ottobre 2013
settembre 2013
agosto 2013
giugno 2013
maggio 2013
aprile 2013
marzo 2013
febbraio 2013
gennaio 2013
dicembre 2012
novembre 2012
ottobre 2012
settembre 2012
agosto 2012
luglio 2012
giugno 2012
maggio 2012
aprile 2012
marzo 2012
febbraio 2012
gennaio 2012
dicembre 2011
novembre 2011
ottobre 2011
settembre 2011
agosto 2011
luglio 2011
giugno 2011
maggio 2011
marzo 2011
febbraio 2011

powered by

Il blog di Claudia Mancini

RISCRIVERE LA NOSTRA STORIA INSIEME AL BAMBINO INTERIORE

 
L'idea e il titolo di questo articolo mi è stata suggerita dal mio bambino interiore che alla domanda:' cosa posso fare per renderti felice?' mi ha risposto: 'Scrivi di me, di come i bambini hanno bisogno di essere rassicurati, difesi e protetti. Sii per me la mamma che rassicura e protegge.'
Da quando ho lanciato la mia intenzione nell'Universo ed ho così aperto il mio vaso di Pandora sulla via della guarigione….i miei 4 passi sulla via del Cuore..mi dispiace, perdonami, grazie, Ti Amo..mi dispiace, perdonami, grazie, Ti Amo…mi hanno permesso di ripulirmi tra le altre ' cose' di moltissime convinzioni limitanti tra le quali una in particolare, ha dato nuovo vigore ed impulso al mio percorso di risveglio verso la guarigione e cioè : le tecniche non fanno per me, le affermazioni positive sono banali, a che mi serve ripetermi davanti allo specchio che io mi amo e mi accetto così come sono e mi perdono, che mi voglio bene, sono meritevole, sono fiduciosa,..quando non è vero?' Mentre facevo queste riflessioni e continuavo a ripulirmi…mi dispiace, perdonami, grazie Ti Amo, mi dispiace, perdonami, grazie, Ti Amo…mi sono resa conto in realtà… che quello che noi pensiamo di essere, valere, meritare, poter fare, è il risultato di un condizionamento che chiamiamo educazione e che è appunto una tecnica, che ha radici nelle affermazioni e nelle convinzioni degli altri su di noi, a cominciare naturalmente dai propri genitori per arrivare alle figure significative della propria infanzia e della propria adolescenza.
Per alcuni di noi che come me hanno intrapreso anche un percorso di analisi, il condizionamento si è perpetuato anche attraverso le affermazioni, le diagnosi e i giudizi dell'analista…mi dispiace, perdonami, grazie, Ti Amo…mi dispiace, perdonami, grazie, Ti Amo….Ad un certo punto mi sono detta che non c'era molta differenza tra me e i cani di Plavov almeno per quanto riguardava il condizionamento, ma io a differenza delle povere bestiole, avevo la capacità, il potere di ricondizionarmi, sostituendo i vecchi schemi di pensieri negativi di altri creandone dei nuovi positivi.
Una volta preso atto che ero dipendente da i giudizi negativi di altre persone, fossero anche le persone che mi avevano messe al mondo, ma comunque esseri umani che avevano agito per il meglio, secondo le proprie convinzioni limitanti, perché non provare a trasformarla in una dipendenza benevola cominciando a pensare di essere meritevole, degna, di volermi bene, di poter chiedere aiuto e riveverlo ..mi dispiace, perdonami, grazie, Ti amo!..mi dispiace, perdonami, grazie, Ti Amo!
Con questa nuova consapevolezza, mi sono ritrovata tra le mani ' Il potere è in te' di Louise Hay, e ho cominciato a rileggerlo, cercando questa volta di assimilarlo lentamente, come quando si sorseggia un buon vino, e di mettere da subito in pratica le affermazioni recitandole davanti allo specchio..…a cominciare dalla più importante..io mi amo e mi accetto così come sono e mi perdono e a ripulirmi mi dispiace, perdonami, grazie, Ti Amo..mi dispiace, perdonami, grazie, Ti Amo!
Ho anche creato una affermazione personale: 'Da ora è più facile per me allinearmi ai desideri del mio Sè più grande' ed è in effetti così perché oggi ho molti più strumenti che in passato per poter proseguire sulla via della guarigione..e di questo sono grata, profondamente grata, al dottor Roy Martina al cui workshop ho sentito parlare per la prima volta delle convinzioni limitanti, ai Josaya che con il loro ebook mi hanno fatto conoscere Ho'oponopono, al dottor Hew Len e al dottor Ryan che mi hanno dato l'idea di produrre il mio CD Ho'oponopono e il Bambino Interiore una visualizzazione che 'racconta' l'incontro con il Bambino Interiore attraverso Ho'oponopono…grazie, Ti amo,….mi dispiace,…perdonami!
E' così che seguendo l'ispirazione del momento… ho scritto dunque sul mio diario, con la mano destra la domanda per il mio bambino e con la sinistra ho scritto la Sua risposta ed è allora che ho compreso che….quando ho paura, quando sono arrabbiata, quando mi sento in colpa, è il mio bambino che prova tutto questo ed ha bisogno di essere rassicurato. Ha bisogno di sentirsi dire che questa volta non lo abbandonerò rifuggiandomi nella depressione ; che questa volta non lo rifiuterò, ma gli vorrò comunque bene e che questa volta non lo punirò, ma lo tranquillizzerò tenendolo stretto al cuore sussurandogli dolcemente: mi dispiace, perdonami, grazie, Ti Amo….mi dispiace, perdonami, grazie, Ti Amo….mi dispiace se ti ho ignorato fino ad ora….perdonami … tu non hai colpa..non sei tu…sono le memorie, i dolori, che ho caricato sulle tue spalle…. ti prego perdonami,….grazie, grazie di essere una parte di me….Io Ti Amo…Io Ti Amo
E' vero i bambini vanno rassicurati, difesi e protetti ed è bene cominciare dal nostro bambino interiore imparando a dialogare con Lui.
Questo dialogo che è molto di più di uno scambio di parole e in realtà un potente mezzo di trasformazione energetica, permette alla nostra parte adulta di uscire dal suo ruolo di vittima guarendo le ferite del passato e ritrovare così racchiuso nella parte più profonda di se stesso, la sua forza creatrice, il suo potere di Essere Divino!
Un abbraccio generoso
Claudia @.@
 

4 commenti a RISCRIVERE LA NOSTRA STORIA INSIEME AL BAMBINO INTERIORE:

Commenti RSS
Niceta Salvatore on lunedì 17 settembre 2012 11:44
Lo dico sempre o spesso? :) chi ha vissuto la nostra vita, oggi, la maggior parte di noi sente il peso tremendo di quella vita che non ci lascia nemmeno un attimo. C è sempre qualcuno o qualcosa che c è lo ricorda e immancabilmente accade quello che non vorresti accadesse....Il ricordo di quei tempi che in tanti rimpiangono sinceramente non fanno bene neanche a me poichè anchio da bambino e poi ragazzo ho vissuto le stesse esperienze tue... In maniera diversa forse. Comunque la sostanza non cambia.....arrivare a 17 anni e prendere uno schiaffo in faccia in mezzo alla strada e alla presenza di altre persone,soltanto perchè avevo i capelli lunghi sulla fronte, non mi fa certamente bene. Ma non solo. Ancora oggi, sentire qualcuno che dice: "a me hanno fatto un culo cosi e perciò io lo faccio a voi", mi intristisce, facendomi immusonire, pensando che questo mondo non è cambiato per niente...Non si vede altro che violenza......Claudia, quel bambino di allora, è sempre presente anche in me, non mi lascia un attimo. Sta sempre li a chiedere aiuto riuscendo ogni tanto a farlo stare tranquillo ma inesorabilmente, basta una parola, una frase per mettersi a urlare in uno scatto di autodifesa che una volta sfogata si calma come un agnellino......Per mia convinzione, non faccio Ho'oponopono su queste cose ma ho, diciamo altri motivi per poterlo esprimere......Il tutto si basa su un mio modo di essere molto paziente e comprensivo che subendo un comportamento del genere nessuno ha colpa.era, è la nostra esperienza e, allora per stare bene chiedo scusa o perdono...solo cosi riesco a stare bene con me stesso, giocare, ridere e scherzare con quel bambino stando attento a non farmi notare altrimenti qualche ignorante potrebbe prendermi per un idiota....:) :) :) ciao Claudia....Buona giornata......
Rispondi a un commento
 
claudia mancini on lunedì 17 settembre 2012 14:19
Caro Niceta....quel che pensi e credi di me...riguarda TE.....ed è per questo che, con un gran sospiro di sollievo...:-)))) Ti benedico con amore...e Ti libero dalla mia vita! Claudia @.@


Daniela on lunedì 17 settembre 2012 18:49
Mi sto convincendo sempre più che dietro a molti dei nostri atteggiamenti, dei nostri comportamenti, in fondo, si celi un enorme desiderio di affetto, di amore, di coccole. Le coccole, in genere, hanno un effetto immediato. Ci ridanno velocemente fiducia in noi stessi, aumentano subito la nostra bassa autostima. Solo diventando amici del bambino interiore che c'è in tutti noi e del suo grande desiderio di essere coccolato, solo ascoltandolo, anche se adulti maturi, vissuti disincantati, noi possiamo attingere a un'energia immensa, a una vitalità infinita, incredibile. Non ti è mai capitato di incontrare qualcuno che con argomenti, frasi, sguardi ti fa sentire misteriosamente bene? E' perchè riesce a coccolare il bambino che c'è in te Riesce a soddisfare i suoi desideri. A valorizzarlo. Non ti è mai capiatato di essere arrabbiata e improvvisamente una frase, un modo di essere dell'atro ti scioglie, ti fa sorridere facendo scomparire di colpo l'arrabbiatura? E' stata fatta una coccola al tuo bambino! Con infinita tenerezza ...
Rispondi a un commento
 
claudia mancini on lunedì 17 settembre 2012 20:33
...Cara e tenera.... la mia Amica del Cuore!!!!....imparare a volersi bene sì ...si si può ...sto imparando che ....volermi bene....significa sì essere responsabile della mia vita ma non colpevole..e perciò amarmi e accettarmi così come sono e in ogni caso non permettere più a nessuno mai di trascinarmi nella trappola di vecchi schemi mentali...e comunque perdonarmi e perdonare in ogni caso soprattutto quando questo si ripresenterà come parte del processo di crescita. Sto imparando che volermi bene è benedire con amore e lasciare andare..ogni situazione, ogni persona che altro non è che un riflesso di me....IO sono il Tutto...Il Tutto è Amore...IO sono Amore!!! Ti voglio bene e sono felice che tu ti sia manifestata della mia vita..ora proprio ora..così come sei...Grazie! Un abbraccio generoso e tanti cuoricini con le ali Claudia

Aggiungi un commento

Nome:
Indirizzo e-mail: (obbligatorio)
Sito web:
Commento:
Ingrandisci il tuo testo, trasformalo in grassetto, corsivo e applica tanti stili diversi con le tag HTML. Ti mostriamo come.
Post Comment