La pietra di paragone  - risolvi i tuoi problemi
RSS Diventa fan

Servizio fornito da FeedBurner


Articoli recenti

IL RE è NUDO...E IO LO VESTO
PERCHÉ DONALD TRUMP FOR PRESIDENT ORA
GRUPPO QUANTICO...AD MAJORA!!!
COSA C’E’ TRA IL DIRE E IL FARE?
#IO HO UN SOGNO. IO HO UN MANTRA

Post più popolari

3 CHAKRA PER 3 PIETRE E 3 FIORI
La mia esperienza con L.Hay,W.Dyer e B.Weiss a Roma
HO'OPONOPONO E LA PAURA
PIU’ CHE POSSO!!!
IL CINABRO ROSSO La pietra del successo finanziario

Categorie

Chiedi, ti sarà dato
Crescita personale
Diario di viaggio
Floriterapia
I chakra
intro
La nuova Era
Le pietre
Ricerca del Sé Divino
Seminari vecchi e nuovi
Sonoterapia
Verso la meta

Archivi

dicembre 2016
novembre 2016
settembre 2016
luglio 2016
giugno 2016
maggio 2016
aprile 2016
novembre 2015
ottobre 2015
settembre 2015
agosto 2015
luglio 2015
giugno 2015
maggio 2015
aprile 2015
marzo 2015
febbraio 2015
ottobre 2014
settembre 2014
agosto 2014
luglio 2014
maggio 2014
febbraio 2014
gennaio 2014
dicembre 2013
novembre 2013
ottobre 2013
settembre 2013
agosto 2013
giugno 2013
maggio 2013
aprile 2013
marzo 2013
febbraio 2013
gennaio 2013
dicembre 2012
novembre 2012
ottobre 2012
settembre 2012
agosto 2012
luglio 2012
giugno 2012
maggio 2012
aprile 2012
marzo 2012
febbraio 2012
gennaio 2012
dicembre 2011
novembre 2011
ottobre 2011
settembre 2011
agosto 2011
luglio 2011
giugno 2011
maggio 2011
marzo 2011
febbraio 2011

powered by

Il blog di Claudia Mancini

ottobre 2014

IL CORAGGIO DI VALERE





Sono passate solo quarantotto ore, da quando ho pubblicato sul mio blog ' Il coraggio di amarsi ' ed eccomi di nuovo a scrivere questo post che racconta una nuova tappa del viaggio intrapreso alla ricerca della mia vera me, con il preciso obiettivo di trasformare me stessa nella persona che voglio essere. Finalmente mi sono resa conto che non c' è nessuno al di fuori di me che possa darmi quello che voglio se io per prima non mi consento di accoglierlo. E questo permesso ha a che fare naturalmente con l'amore, il perdono di se stessi e la libertà dell'Essere in divenire. Osservando con distacco e senza giudizio le esperienze del passato, non ultime proprio quelle relative al modo in cui la mia famiglia usava i soldi per punirmi e passarmi il messaggio che non valevo e per ciò non li meritavo, ho ' visto ' che in tutte le situazioni che sono accadute poi nella mia vita, non ho fatto altro che perpetuare questo schema di pensiero negativo e punitivo. Durante l'esperienza di Imprenditori Liberi ho imparato che ogni fallimento porta con sé il germe del successo e soprattutto che il fallimento come il successo sono il risultato di una scelta individuale.
In questo ultimo periodo il timore di perdere il mio sogno e soprattutto la consapevolezza che le cause del blocco erano dentro e non fuori di me, mi ha portato, finalmente ad avere il coraggio di tirare la testa fuori dalla sabbia e di accettare che ero la sola responsabile di quello che stavo vivendo. Inconsciamente e automaticamente, ripetevo vecchi schemi di pensiero che creavano esattamente le situazioni che confermavano la ' mia' convinzione che non meritavo nulla, che ero una persona cattiva e ingrata, che andava puniva. E' così che ho ricominciato ad immergermi e a ricolmarmi di pensieri positivi, pensieri d'amore, di accettazione, di abbandono delle cose del passato delle quali 'ho deciso' di non aver più bisogno.
Quando ho cominciato ad assumermi la completa responsabilità delle esperienze vissute, delle emozioni provate, e dei pensieri formulati, dentro di me, come per incanto, una voce dolce e leggera ha risuonato dalla profondità del mio Essere per sussurrarmi ' Io Valgo ' (riportandomi, tra l'altro, alla mente uno spot televisivo di qualche anno fa) e quando ho trovato esattamente questa affermazione stampata nel nuovo libro di Louise Hay, ho avuto il coraggio di guardarmi allo specchio e per la prima volta nella mia vita mi sono detta ' IO VALGO, IO MERITO ' .
' E' più facile agire secondo un nuovo modo di pensare, che pensare un nuovo modo di agire '
Un abbraccio generoso



IL CORAGGIO DI AMARSI



Louise Hay afferma che coloro che sono sul cammino dell'auto realizzazione e della guarigione emotiva, necessariamente prima o poi devono fare i conti con il risentimento e l'odio per se stessi. Sono solo schemi di pensiero e come tali possono essere cambiati.
Confesso che, quando qualche anno fa mi ritrovai a leggere queste parole, non fui in grado di 'comprenderle ', ma intuitivamente le ricopiai su un post-it, che appeso sulla parete, dietro alla macchina del caffè, da allora mi saluta ogni qualvolta entro in cucina. Potete immaginare tutte le volte che queste affermazioni hanno fatto breccia nel mio cuore fino a mettere radici e dare i loro frutti nel momento del bisogno. Ed è così che ho rivisitato con occhi nuovi l'origine della paura e aggiunto un significato più ampio al coraggio.
Fino a ora, tra quelle depotenzianti ' brillava ', inconsapevolmente, la convinzione che il risentimento, l'odio e il disprezzo per me stessa fossero sentimenti, né più né meno come l'apprezzamento, l'approvazione e l'amore. Quando però ho cominciato a considerare con più distacco la mia paura di morire povera e sola, mi sono resa conto che io sola ero responsabile di dare forza e vita a questa paura, che perpetuando e rendendo attuale il pensiero, il giudizio, la critica di mio padre nei miei confronti, nutriva e rafforzava l'immagine negativa di me stessa.
Questa nuova consapevolezza ha aperto il varco della coscienza a diverse situazioni del passato nelle quali sono stata punita dai miei genitori che mi hanno privato della paghetta, dei vestiti, e impedendo anche ai parenti di farmi regali, perché li avevo delusi, avevo sbagliato e per questo non meritavo niente... mi dispiace, perdonami, grazie, Ti Amo...Sono aperta e ricettiva a ricevere ogni bene, compresa l'abbondanza economica che merito e che l'universo ha in serbo per me...la Vita mi ama... la Vita è dalla mia parte...la Vita cospira con me per realizzare il mio sogno... sono al sicuro.
Si dice che ogni grande dolore, ogni insuccesso porti con sé una scintilla di luce e questa crisi che ha messo in discussione la realizzazione del mio sogno , mi ha dato il coraggio di accogliere nel mio cuore l'ombra del mio passato ed illuminarla dell'amore dell'accettazione... io mi amo e mi accetto così come sono ora.
Ci vuole un coraggio autentico ad amarsi ed accettarsi così come si è, ma paradossalmente nel momento in cui questo accade, siamo pronti a lasciare andare e a perdonare noi stessi e gli altri. Se è vero che la paura ha paura di un atto di coraggio, non c'è niente di più coraggioso che cominciare ad amarsi ora così come si è anche con la paura.