La pietra di paragone  - risolvi i tuoi problemi
RSS Diventa fan

Servizio fornito da FeedBurner


Articoli recenti

IL RE è NUDO...E IO LO VESTO
PERCHÉ DONALD TRUMP FOR PRESIDENT ORA
GRUPPO QUANTICO...AD MAJORA!!!
COSA C’E’ TRA IL DIRE E IL FARE?
#IO HO UN SOGNO. IO HO UN MANTRA

Post più popolari

3 CHAKRA PER 3 PIETRE E 3 FIORI
La mia esperienza con L.Hay,W.Dyer e B.Weiss a Roma
HO'OPONOPONO E LA PAURA
PIU’ CHE POSSO!!!
IL CINABRO ROSSO La pietra del successo finanziario

Categorie

Chiedi, ti sarà dato
Crescita personale
Diario di viaggio
Floriterapia
I chakra
intro
La nuova Era
Le pietre
Ricerca del Sé Divino
Seminari vecchi e nuovi
Sonoterapia
Verso la meta

Archivi

dicembre 2016
novembre 2016
settembre 2016
luglio 2016
giugno 2016
maggio 2016
aprile 2016
novembre 2015
ottobre 2015
settembre 2015
agosto 2015
luglio 2015
giugno 2015
maggio 2015
aprile 2015
marzo 2015
febbraio 2015
ottobre 2014
settembre 2014
agosto 2014
luglio 2014
maggio 2014
febbraio 2014
gennaio 2014
dicembre 2013
novembre 2013
ottobre 2013
settembre 2013
agosto 2013
giugno 2013
maggio 2013
aprile 2013
marzo 2013
febbraio 2013
gennaio 2013
dicembre 2012
novembre 2012
ottobre 2012
settembre 2012
agosto 2012
luglio 2012
giugno 2012
maggio 2012
aprile 2012
marzo 2012
febbraio 2012
gennaio 2012
dicembre 2011
novembre 2011
ottobre 2011
settembre 2011
agosto 2011
luglio 2011
giugno 2011
maggio 2011
marzo 2011
febbraio 2011

powered by

Il blog di Claudia Mancini

RISVEGLIO ALLA NUOVA VITA




Sono ormai 2 settimane, 'mas o meno', che al mattino apro gli occhi davanti all'azzurra distesa dell'Oceano ed ogni giorno ho l'impressione di vivere un sogno e solo allora mi rendo conto che sono ben desta e quello che vedo attraverso le pareti di cristallo della mia camera e' la realta' tanto immaginata e alla fine creata da me e Pietro che in questa casa ha profuso tutta la sua esperienza, professionalita' e il proprio amore nel ridare vita alle case lasciate in abbandono. ' Las Mariposas' continua ogni giorno ad arricchirsi di particolari, di piccoli oggetti, gli ambienti gia' terminati si colorano di intimita' e quelli in fase di completamento prendono forma.... e la trasformazione continua... dentro e fuori di me. L'esperienza della malattia, con i suoi tempi lenti, che sembravano non finire mai, il suo dolore, la sua inerzia e' ormai un ricordo lontano. Ora le ore scorrono veloci, io mi sento piena di energia come e piu' di prima, con tanta voglia di fare, ma soprattutto di vivere ogni istante con la consapevolezza del valore e della bellezza della Vita. A poco a poco sto facendo mia la convinzione che quanto piu' la propria crescita ha obiettivi importanti, maggiori e intense sono le sfide da affrontare. Cosi' e' stato per me l'adattamento lento e costante ai ritmi dominicani, che ha avuto l'incredibile risultato di dilatare il tempo e avere un atteggiamento piu' calmo e riflessivo rispetto alle situazioni. E' implicito in questo discorso anche il senso di profonda liberta' che si respira in questo paese, dove le persone quando ti incontrano magari ti sorridono pur non conoscendoti, ma non si girano a guardarti e tanto meno spettegolano alle tue spalle.
Il mio compleanno che ha coinciso con l'entrata a ' Las Mariposas ' e ha segnato l'inizio di una nuova fase della mia vita, che la malattia, oramai superata, ha reso piu' consapevole soprattutto nei sentimenti e nel rapporto con le altre persone.
Continuo a fare le solite cose, ma quello che e' cambiato e' l'atteggiamento che mi permette di non dare PIU' nulla per scontato e anche la doccia mattutina ha un non so che di magico, come fare colazione seduta a tavola insieme con Pietro, come non mi e' mai riuscito in Italia. Piccoli cambiamenti che incidono profondamente sulla qualita' delle mie, delle nostre giornate. Ora mentre sto scrivendo sulla terrazza affacciata sulla baia di Sosua, vedere mio marito che in compagnia dei nostri biralata, Bobby e Pincha, innaffia il giardino, non ha prezzo. Anche lui e' rilassato, soddisfatto del buon lavoro che sta facendo, e se non fosse per la mancanza delle visite ai suoi adorati musei che solo in Europa puo' trovare, non vorrebbe lasciare l'isola. Ma in Italia ci aspetta un appuntamento risolutivo per la sua salute e a questo proposito voglio spendere due parole di elogio per il nostro servizio sanitario che davvero per la disponibilita' nei confronti di ogni malato, rappresenta nel mondo un'eccellenza. Solo per noi italiani residenti all'estero e' possibile tornare in patria per un intervento chirurgico o farsi arrivare le medicine pagando il ticket. E' indispensabile solo essere residenti anche in Italia....
Per coloro che invece per qualche motivo non hanno piu' la residenza nell'italico paese o non sentono la necessita' di curarsi acasapropria e risiedono a Sosua e d'intorni, a Santiago c'e' un centro d'eccellenza.
Ma tralasciando le notizie tecniche che gli interessati possono recuperare facilmente su internet, voglio concludere questo articolo con un 'GRAZIE', gridato dal profondo del Cuore, all'Universo, che mi ha portato in questa isola meravigliosa dove mi sembra di essere sempre stata e che adoro. Ogni giorno e' davvero il primo giorno della mia nuova vita. Quando mi guardo vivere nella nuova casa e ammiro il panorama attraverso le pareti di cristallo, mi rendo conto che la realta' ha superato di gran lunga l'immaginazione!!!!
A coloro che vogliono fare una puntatina esplorativa a Sosua, ricordo che mi possono inviare una email ed io saro' ben lieta di soddisfare le loro curiosita' e se lo desiderano di metterli in contatto con David Ferreiras, titolare della Daf e mio grande amico che, tra l'altro, parla e scrive anche in italiano dal momento che sua moglie e' veneziana.
Un abbraccio generoso




2 commenti a RISVEGLIO ALLA NUOVA VITA:

Commenti RSS
CLAUDIA on martedì 3 marzo 2015 20:43
Claudia, non ci posso credere.... erano mesi che non aprivo il tuo blog.. qualche giorno fa parlando con Moreno ci siamo ricordati di voi e del vs. grande progetto... grande è stata la sorpresa nel vedere solo in due foto la casa del c...o ora " Las mariposas " noi l'abbiamo vista ancora con il gallo nell'armadio...siete stati grandi tu e Pietro... veniamo anche noi da un brutto periodo.. io sto facendo chemioterapia...spesso nei ns. pensieri arriviamo a Sousa... a Natale siamo stati in Costarica, ma non siamo stati colpiti.....spero in futuro di poterVi salutare sulla terrazza della mariposas... un grande abbraccio Claudia
Rispondi a un commento
 
claudia on mercoledì 3 giugno 2015 21:04
Claudia carissima,...scusa se non ho risposto prima al tuo commento... mi era proprio 'sfuggito' anch'io ricordo con molta simpatia te e tuo marito!!! Eh sì finalmente,riprendendo la tua espressione, il gallo non solo è uscito dall'armadio, ma ha emesso anche il suo chicchirichì forte e chiaro!!! Mi spiace che tu abbia dovuto riprendere la chemio e mi rendo conto che per te sia stato molto difficile e doloroso... ma sono certa che il tuo coraggio anche questa volta ti sosterrà...Pietro ed io vi aspettiamo, - il prossimo Natale? - a Sosua! un grande bacio a te e Moreno con affetto sincero

Aggiungi un commento

Nome:
Indirizzo e-mail: (obbligatorio)
Sito web:
Commento:
Ingrandisci il tuo testo, trasformalo in grassetto, corsivo e applica tanti stili diversi con le tag HTML. Ti mostriamo come.
Post Comment