La pietra di paragone  - risolvi i tuoi problemi
RSS Diventa fan

Servizio fornito da FeedBurner


Articoli recenti

IL RE è NUDO...E IO LO VESTO
PERCHÉ DONALD TRUMP FOR PRESIDENT ORA
GRUPPO QUANTICO...AD MAJORA!!!
COSA C’E’ TRA IL DIRE E IL FARE?
#IO HO UN SOGNO. IO HO UN MANTRA

Post più popolari

3 CHAKRA PER 3 PIETRE E 3 FIORI
La mia esperienza con L.Hay,W.Dyer e B.Weiss a Roma
HO'OPONOPONO E LA PAURA
PIU’ CHE POSSO!!!
IL CINABRO ROSSO La pietra del successo finanziario

Categorie

Chiedi, ti sarà dato
Crescita personale
Diario di viaggio
Floriterapia
I chakra
intro
La nuova Era
Le pietre
Ricerca del Sé Divino
Seminari vecchi e nuovi
Sonoterapia
Verso la meta

Archivi

dicembre 2016
novembre 2016
settembre 2016
luglio 2016
giugno 2016
maggio 2016
aprile 2016
novembre 2015
ottobre 2015
settembre 2015
agosto 2015
luglio 2015
giugno 2015
maggio 2015
aprile 2015
marzo 2015
febbraio 2015
ottobre 2014
settembre 2014
agosto 2014
luglio 2014
maggio 2014
febbraio 2014
gennaio 2014
dicembre 2013
novembre 2013
ottobre 2013
settembre 2013
agosto 2013
giugno 2013
maggio 2013
aprile 2013
marzo 2013
febbraio 2013
gennaio 2013
dicembre 2012
novembre 2012
ottobre 2012
settembre 2012
agosto 2012
luglio 2012
giugno 2012
maggio 2012
aprile 2012
marzo 2012
febbraio 2012
gennaio 2012
dicembre 2011
novembre 2011
ottobre 2011
settembre 2011
agosto 2011
luglio 2011
giugno 2011
maggio 2011
marzo 2011
febbraio 2011

powered by

Il blog di Claudia Mancini

IL SENSO DELLA VITA


Sono intenta a leggere ‘ Milioni di farfalle’, il libro nel quale il neurochirurgo Eben Alexander, narrando la sua ‘esperienza’ di NDE, vissuta nei 7 giorni di coma per una meningite batterica della quale, a 7 anni di distanza, rimangono ancora sconosciute le cause, afferma tra l’altro che la nostra vita sulla terra ha sempre un significato che non va da noi creato, ma semplicemente trovato.
Questa affermazione con la quale sono pienamente d’accordo e che da anni mi guida attraverso gli avvenimenti più significativi della mia esistenza, riporta alla mente una serie di episodi che sono stati caratterizzati proprio da questi segnali indicatori di un significato ben preciso, a conferma che ero sulla strada giusta per raggiungere l’obiettivo che mi ero prefissato.
Così quando mi capita di dover prendere una decisione importante, quando devo scegliere a quale azienda rivolgermi per realizzare un prodotto, chiedo a Me di aver un segno che puntualmente arriva nei modi più imprevedibili o impensati.
Per fare un esempio quando decisi di produrre il CD ‘ Ho’oponopono e il Bambino Interiore’, su internet trovai il nome di diverse aziende ed essendo alla mia prima esperienza come produttrice ero davvero indecisa su quale scegliere. Così chiusi il PC con l’intento di proseguire la mia ricerca l’indomani e per rilassarmi misi un DVD nel lettore e nella prima immagine del film su un grattacielo campeggiava a caratteri cubitali la parola HUSTON. Il mio cuore ebbe un balzo perché Huston era anche il nome di una delle società che avevo trovato on line. Inutile dire che il giorno dopo chiamai proprio quella società, non senza aver verificato prima che ai numeri delle altre società o non rispose nessuno o mi fu detto di richiamare perché l’incaricato era assente! A convalidare l’esattezza della scelta si aggiunse poi anche il nome della categoria nella quale la società aveva inserito il CD e cioè ‘AVATAR’ che è il nome del mio barboncino del quale ho già scritto sul blog.
Questo episodio, semplice e stupefacente nella sua immediatezza, è stato uno dei tanti che mi sono accaduti e che, pur non avendo avuto una profonda incidenza nella mia quotidianità, è una parte di ‘quel filo d’oro ‘, così come lo definisce il dottor Alexander, che lega Cielo e Terra e che dà significato alla vita di noi umani.
L’8 maggio 1993 mio padre, all’età di 66 anni, dopo una malattia durata 4 anni, tornò a Casa e da quel momento in poi, il numero 8 divenne un segnale molto potente, che mi capitava di vedere nei momenti particolari della mia vita. Ancora oggi, a tanti anni di distanza, vedere quel numero mi suscita una grande emozione.
Immaginate perciò cosa provai quando nel novembre 2013, alcuni giorni prima della mia partenza per i Caraibi, dove sarei rimasta fino a metà marzo, Stefania, la mia consulente di PiùchePuoi, durante il colloquio di ammissione ai 3 giorni e 3 notti di Imprenditori Liberi, mi informò che la mia esperienza avrebbe avuto inizio giovedì 8 maggio!!! Era davvero da non credere!… ‘Più significativo di così si muore!’ pensai e dissi a Stefania che accettavo di iscrivermi e lo feci immediatamente. Ma non finì qui perché, quando arrivai in albergo, alla reception mi consegnarono la chiave della camera numero 8 al secondo piano, dove mi attendeva la mia compagna di camera.
Con il cuore che mi batteva forte per l’emozione, appena misi la chiave nella toppa, la porta si aprì e una signora sorridente mi salutò, dicendomi ‘ Sono Claudia e tu?’ ‘Anch’io mi chiamo Claudia!’ esclamai sempre più stupita e, come è mia abitudine al primo incontro,le domandai ‘ Di che segno sei?’ ‘ Dell’Acquario ‘ rispose ‘ Anch’io! Sono nata l’11 febbraio' replicai ‘ Io, l’8 febbraio’. Era davvero stupefacente..ben tre 8 sulla strada che conducevano verso quell’esperienza. Se un solo evento sincrono è già di per sé significativo, cosa mai potevano dirmi ben tre elementi sincroni che, pur nella loro improbabilità, si erano presentati legati insieme in quel preciso momento? Lo avrei scoperto o meglio ne avrei preso coscienza qualche mese dopo. Nel frattempo durante i momenti condivisi con Claudia nella nostra camera d’albergo, ebbi la netta sensazione di vivere con mia madre, tanti erano i tratti in comune che la mia compagna aveva con la mia genitrice. Sensazione che si è rinsaldata quando fui testimone di un episodio che altro non era che un ‘déjà vu’ della mia infanzia.
NIENTE SARA’ PIU’ COME PRIMA’ ci continuavano a ripetere durante il corso e in effetti ora niente è più come prima e il cambiamento c’è stato ..eccome!
E’ stato un processo più che un unico momento di trasformazione, che è esploso in maniera drammatica facendo venire allo scoperto un grave forma di ipertiroidismo, vecchia di quarant’anni, e, passando, attraverso una crisi di tireo tossicosi,mi ha condotto a quel livello superiore di consapevolezza non solo delle mie convinzioni limitanti più profonde, ma soprattutto di quel dolore antico mai affrontato e sempre negato che era stato ‘ il rifiuto materno ‘. Nei momenti più bui e disperati della crisi,quando mettevo in dubbio non solo l’esperienza appena vissuta, ma ogni aspetto della mia vita passata e presente, nonostante facessi una fatica incredibile a mantenere la mente orientata su pensieri positivi e amorevoli, e recitare un mantra di auto guarigione mi suscitava un rifiuto che mi dava la nausea, una forza interiore mi sosteneva ad andare avanti. Quando alla fine ero proprio esausta sia fisicamente che mentalmente e forte emergeva la tentazione di mollare, il ricordo dei tre 8 legati all’esperienza di Imprenditori Liberi, seppur annebbiato dal dolore, dall’angoscia e dalla disperazione, mi dava il coraggio di sopravvivere alla tempesta che si agitava dentro di me. Mi continuavo a ripetere ‘ L’universo non può avermi ingannata!’ La mia Fede è stata messa a dura prova, ma ora posso dire che ho vinto la sfida! Sono più forte perché sono più consapevole. Sono più gentile perché sono più disponibile e meno sulla difensiva nei rapporti con gli altri. Sono più felice perché mi sono aperta ad un dolore antico. In altre parole….Niente è più come prima e…il MEGLIO DEVE ANCORA VENIRE!!!!
Ringrazio Claudia per l’aiuto mi ha dato, anche senza saperlo.
Un grazie speciale a Stefania Zavatarelli e Italo Pintimalli per il sostegno che in piena coscienza mi hanno offerto!

Un abbraccio generoso

0 commenti a IL SENSO DELLA VITA:

Commenti RSS

Aggiungi un commento

Nome:
Indirizzo e-mail: (obbligatorio)
Sito web:
Commento:
Ingrandisci il tuo testo, trasformalo in grassetto, corsivo e applica tanti stili diversi con le tag HTML. Ti mostriamo come.
Post Comment