La pietra di paragone  - risolvi i tuoi problemi
RSS Diventa fan

Servizio fornito da FeedBurner


Articoli recenti

IL RE è NUDO...E IO LO VESTO
PERCHÉ DONALD TRUMP FOR PRESIDENT ORA
GRUPPO QUANTICO...AD MAJORA!!!
COSA C’E’ TRA IL DIRE E IL FARE?
#IO HO UN SOGNO. IO HO UN MANTRA

Post più popolari

3 CHAKRA PER 3 PIETRE E 3 FIORI
La mia esperienza con L.Hay,W.Dyer e B.Weiss a Roma
HO'OPONOPONO E LA PAURA
IL CINABRO ROSSO La pietra del successo finanziario
PIU’ CHE POSSO!!!

Categorie

Chiedi, ti sarà dato
Crescita personale
Diario di viaggio
Floriterapia
I chakra
intro
La nuova Era
Le pietre
Ricerca del Sé Divino
Seminari vecchi e nuovi
Sonoterapia
Verso la meta

Archivi

dicembre 2016
novembre 2016
settembre 2016
luglio 2016
giugno 2016
maggio 2016
aprile 2016
novembre 2015
ottobre 2015
settembre 2015
agosto 2015
luglio 2015
giugno 2015
maggio 2015
aprile 2015
marzo 2015
febbraio 2015
ottobre 2014
settembre 2014
agosto 2014
luglio 2014
maggio 2014
febbraio 2014
gennaio 2014
dicembre 2013
novembre 2013
ottobre 2013
settembre 2013
agosto 2013
giugno 2013
maggio 2013
aprile 2013
marzo 2013
febbraio 2013
gennaio 2013
dicembre 2012
novembre 2012
ottobre 2012
settembre 2012
agosto 2012
luglio 2012
giugno 2012
maggio 2012
aprile 2012
marzo 2012
febbraio 2012
gennaio 2012
dicembre 2011
novembre 2011
ottobre 2011
settembre 2011
agosto 2011
luglio 2011
giugno 2011
maggio 2011
marzo 2011
febbraio 2011

powered by

Il blog di Claudia Mancini

luglio 2015

NOMINA SUNT OMNIA

Quien sabe ?
Venerdì 17 : fortuna o sfortuna?


Venerdì 17, siamo stati, Pietro ed io, a cena con una coppia di amici che non vedevamo da cinque anni. Come accade in queste situazioni, improntate dal Divino che firma in anonimo, ovvero il Caso, ogni particolare di questo episodio, dall'inizio alla fine si è rivelato facile, 'easy' per dirla all'americana, leggero, luminoso, in una sola parola, ancora made in USA, ' light', fluido ed estremamente piacevole e gratificante per ognuno di noi.
Era già da qualche settimana che, ad intervalli regolari, mi tornava in mente il viso di Paola, e avevo cominciato a cercare il modo per mettermi in contatto con lei. Pietro, in modo del tutto autonomo, faceva altrettanto con l'intenzione di contattare Giuliano, il compagno di Paola. Alla fine, non so come, mi è arrivata la notifica di Google +,contenente, tra le attività che mi potevano interessare, anche 'l'Oasi del Farfa' l'associazione culturale di cui, se ricordavo bene, Paola era il presidente. Era quello che ci voleva! A quel punto inviarle un messaggio con i nostri numeri di telefono e un saluto a lei e a lui da parte nostra, è stato un gioco da ragazzi. E la risposta non si è fatta attendere...Giuliano ha chiamato Pietro e...è bastata una parola, la parola d'ordine della loro amicizia, perché riprendessero da dove avevano lasciato.
Una sera di fine ottobre 2008, al teatro Parioli di Roma, ho incontrato per la prima volta Paola che aveva organizzato l'evento con il quale il dottor Roy Martina, per la prima volta in Italia, presentava l'Omega Healing, il programma di auto guarigione da lui creato, che era anche il programma del workshop che di lì a poco, avrebbe tenuto a Pesaro, con la prima delle quattro sessioni trimestrali, a partire da gennaio 2009 e a cui ero già iscritta. Ritrovai Paola a Pesaro, non più nelle vesti di organizzatrice, ma di partecipante come me ed altre quattrocento persone. E da lì ebbe inizio la nostra storia di amicizia, alla quale sei mesi dopo, durante la terza sessione, si affiancò, del tutto inaspettata e imprevista, quella dei nostri rispettivi compagni. Per pura 'coincidenza sincronica', loro, per proprio conto e senza alcuna ingerenza da parte nostra, avevano deciso di accompagnarci, avendo l'occasione per visitare nei d'intorni le bellezze architettoniche ed artistiche, delle quali entrambi sono degli appassionati. E così è nata l'amicizia tra Pietro e Giuliano, fino a quel momento perfetti estranei l'un l'altro. E chi poteva aver orchestrato tutto questo in modo così mirabile da incastrare alla perfezione le tessere del nostro puzzle condiviso, se non il magico Universo? :-)
L'altra sera davanti a due 'insalatone' Paola ed io, sedute una di fronte all'altra, abbiamo cominciato a raccontarci, come era naturale, le novità dei nostri ultimi cinque anni di vita...ed è allora che è venuta fuori la 'staticità' della mia amica che, nonostante l'organizzazione e la partecipazione a molti seminari di diversi autori, più o meno conosciuti e, alcuni, ancora del dottor Roy Martina, ha messo radici nella sua zona di comfort, che con l'andar del tempo è diventata sempre più vasta e satura di blocchi di sicurezze, pesanti come macigni. Avevo dimenticato che già molto tempo prima le avevo suggerito di prendere un anno di aspettativa per dedicarsi 'anima e corpo' alla sua grande passione di organizzatrice di eventi, nella quale, per inciso, è davvero molto competente, ed è stata proprio Paola a ricordarmelo, ripetendo per filo e per segno la telefonata che le feci all'epoca, mentre si trovava nei corridoi degli uffici della società dove lavora ormai da più di trent'anni.
E' a questo punto che le ho parlato della mia esperienza con Imprenditori Liberi, della metodologia dei 5 anelli, dell'accademia e di come quei memorabili tre giorni a 360° , un anno fa abbiano trasformato radicalmente e continuano a trasformare la mia vita e quella delle persone che mi sono vicine. Lei ha ascoltato senza fare domande, e ha replicato, mettendo sul tavolo le solite, vecchie e trite scuse di sempre, dimenticando, tra le altre cose, di lasciarmi il suo numero di cellulare, come aveva promesso.
E' troppo presto e molto radicate sono le sue convinzioni per sapere l'impatto che il nostro incontro avrà sulla sua vita ( non è scontato neanche che ci vedremo ancora!). Sono sicura però che questo venerdì 17, ha rappresentato l'ennesima conferma del mio cambiamento. Ho avuto la piena consapevolezza che giorno per giorno mi sto avvicinando sempre un po' di più all'immagine della persona che ho deciso di voler essere e, ringraziando una volta di più il 'mio Universo' per la magnifica e insperata esperienza di Verona, con sgomento mi sono chiesta come sarebbe ORA la mia Vita se l'8 maggio 2013 fossi stata altrove.

Un abbraccio generoso